Rispondendo

L’articolo pubblicato sul sito www.uboldo.it dal mio caro amico Claudio Clerici mi offre il fianco e la possibilità di una risposta a una domanda che spesso mi viene rivolta da alcuni cittadini circa il minigolf e, allargando lo spettro del discorso, sul Centro Sportivo.

In attesa di darvi ulteriori ragguagli nel prossimo periodo circa la situazione Centro Sportivo, tengo a precisare che tirare su il minigolf (inutilizzato, inutilizzabile e pure brutto) è stata una delle prime idee di questa Amministrazione. Sembra assurdo, ma anche in questo caso ci siamo scontrati con un problema di bilancio, poichè non è che le cose ci piace farle “alla carlona” ma, anche in questo caso, occorre chiamare la ditta che poi smaltisce il tutto. Risultato: qualche migliaia di euro.

Migliaia di euro che ovviamente non è che mancano, ma sono buttati via se utilizzati “tanto per” (espressione sinonima di ”alla carlona”). Quindi si preferisce intervenire anche in quel caso con un’ottica più generale e di più ampio respiro su tutto il Centro Sportivo.

Riguardo ai campi da calcetto e agli investimenti dei privati. Posto che anche su questo torneremo presto a discuterne, da un anno e tre mesi che faccio il sindaco non è che ho visto tutti questi investitori. Siamo di fronte a delle scelte importanti da fare perchè il Centro Sportivo, a quanto stiamo vedendo dai conti che stiamo facendo, rischia di essere pure quello un bel centro di costo. Tenendo conto che un privato, ovviamente, non viene a investire per fare un solo campo di calcetto perchè penso (dato che gioco anche io a calcetto da un po’ di anni) che il rientro da un investimento del genere (tra i 60 e i 120 mila euro…) non possa essere troppo dilazionato nel tempo e non possa poggiarsi sulla speranza di un solo campo da calcetto.

Lorenzo  

L’articolo pubblicato sul sito www.uboldo.it dal mio caro amico Claudio Clerici mi offre il fianco e la possibilità di una risposta a una domanda che spesso mi viene rivolta da alcuni cittadini circa il minigolf e, allargando lo spettro del discorso, sul Centro Sportivo.

In attesa di darvi ulteriori ragguagli nel prossimo periodo circa la situazione Centro Sportivo, tengo a precisare che tirare su il minigolf (inutilizzato, inutilizzabile e pure brutto) è stata una delle prime idee di questa Amministrazione. Sembra assurdo, ma anche in questo caso ci siamo scontrati con un problema di bilancio, poichè non è che le cose ci piace farle “alla carlona” ma, anche in questo caso, occorre chiamare la ditta che poi smaltisce il tutto. Risultato: qualche migliaia di euro.

Migliaia di euro che ovviamente non è che mancano, ma sono buttati via se utilizzati “tanto per” (espressione sinonima di ”alla carlona”). Quindi si preferisce intervenire anche in quel caso con un’ottica più generale e di più ampio respiro su tutto il Centro Sportivo.

Riguardo ai campi da calcetto e agli investimenti dei privati. Posto che anche su questo torneremo presto a discuterne, da un anno e tre mesi che faccio il sindaco non è che ho visto tutti questi investitori. Siamo di fronte a delle scelte importanti da fare perchè il Centro Sportivo, a quanto stiamo vedendo dai conti che stiamo facendo, rischia di essere pure quello un bel centro di costo. Tenendo conto che un privato, ovviamente, non viene a investire per fare un solo campo di calcetto perchè penso (dato che gioco anche io a calcetto da un po’ di anni) che il rientro da un investimento del genere (tra i 60 e i 120 mila euro…) non possa essere troppo dilazionato nel tempo e non possa poggiarsi sulla speranza di un solo campo da calcetto.

Lorenzo  

Scrivi commento

Commenti: 0