Ridiamoci su...(per non piangere)

Voglio riportare alcuni episodi accaduti nell’ultimo week end tra neve, caldaie rotte e poca pazienza dei cittadini.

Ovviamente ho cercato di prenderla con filosofia e con tanta tanta ironia. In fondo le debite considerazioni.

EPISODIO 1

Signora al telefono (senza presentarsi): “Buongiorno, io sto percorrendo le strade di Uboldo. C’è la neve.”

Sindaco: “Ma và?”

Signora al telefono (senza presentarsi): “Ma il sale non lo buttate?”

Sindaco: “Signora guardi è dalle 14 di ieri che c’è in giro lo spargi-sale. Ha fatto due giri venerdì e uno già stamattina. Magari ne rifarà un altro prima di sera.”

Signora al telefono (senza presentarsi): “Ma io non lo vedo”

Sindaco: “Signora, ha mai fatto un piatto di pasta a suo marito?”

Silenzio

Sindaco: “Le svelo un segreto che però mi deve promettere di non dire a nessuno.”

Signora: “Dica”

Sindaco:”Il sale nell’acqua si scioglie!

EPISODIO 2

Signora G. al telefono: “Buongiorno sono la signora G., ecco volevo dirle che nella mia via non sono passati.”

Sindaco: “Aspetti, guardo il piano neve e le dico. Dunque, a me risulta che nella sua via sia passato lo spargi-sale.”

Signora G.: “Non è vero.”

Sindaco: “Signora guardi che è dalle 14 di ieri che sono in giro, magari lei non l’ha visto.”

Signora G.: “Impossibile.”

Sindaco: “Signora lei è rimasta alla finestra 20 ore?”

Signora G.: “No, e comunque le strade sono sporche.”

Sindaco: “Sì signora, ma i mezzi se non ci sono 5 cm non escono altrimenti rischiano di rompere la lama o, peggio, distruggere l’asfalto.”

Signora G.: “Sì ma le strade sono sporche.”

Sindaco: “Signora, le do un grande consiglio: andare a Miami a vivere dove, come dice il film, c’è il sole tutto l’anno.”

EPISODIO 3 (questa è stata almeno simpatica…)

Alla quinta mail di botta e risposta dalle 9 del mattino alle 14:30 il Sindaco scrive: ” P.S. Nota ironica: con 40.000 euro cambiamo una caldaia. Ne abbiamo 4 o 5 da cambiare (la situazione è drammatica sia in Via Ceriani che in Via XX Settembre che in Tensostruttura… potremmo fare una bella lotteria per la sostituzione delle caldaie!!! Oppure mandare i bimbi in gita nei mesi di dicembre e gennaio a Miami dove, come diceva un film, “c’è il sole tutto l’anno”!!!!)”

Risposta della Signora O.: “Se decidete per la gita a Miami, le chiedo la gentilezza di mettere obbligatorio come accompagnatore la mamma!!!!!!!!! L’ idea della lotteria non è male, un piccolo contributo da parte di tutta la comunità costa poco a noi ma permetterebbe di raccogliere cifre consistenti. Grazie come sempre per la disponibilità!”

EPISODIO 4

Signora anziana sulle scale del Comune con scarpe basse primaverili: “Sindaco, si scivola!”

Sindaco: “Signora ma cos’è venuta a fare in Comune oggi che nevica?”

Signora anziana: “Non è che avevo bisogno, è che volevo vedere com’erano le strade.”

Sindaco: “Grrrrrrrr!” (immaginate voi quello che ho pensato…)

EPISODIO 5

Mamma: “A scuola di Via XX Settembre fa freddo.”

Sindaco: “Signora, si è rotto il bruciatore della caldaia e stiamo cercando di risolvere solo che l’azienda non aveva il pezzo in casa.”

Mamma: “No perchè se no qui noi chiamiamo i giornali, Striscia la Notizia e facciamo un esposto all’ASL.”

Sindaco: “Guardi signora ha ragione, però posso fare un cosa: firmare l’ordinanza di chiusura della scuola e ci vediamo l’11 gennaio.”

Mamma: “E no eh! E io il bambino dove lo lascio fino mercoledì?

No comment.

EPISODIO 6

Mamma: “Sta nevicando e per arrivare a scuola c’è giù la neve.”

Sindaco: “Beh, io non vedo nulla di non consequenziale…”

Mamma: “Ma non pulite?”

Sindaco: “Signora, ha iniziato a nevicare alle 8.30/9 di questa mattina e sono le 14. Gli operai sono già andati a pulire un po’ ma la neve continua a scendere.”

Mamma: “E allora? Io pago le tasse?”

Sindaco: “Chiederò anche a Newton se le paga…”

Mamma: “Chi?????”

Sindaco: “Newton, quello che ha scoperto la forza di gravità. La neve scende e si deposita. Fenomeno della fisica. Mistero della fede. Arrivederci.”

Questi alcuni degli aneddoti (tra i tanti, tantissimi) che ho vissuto in questi giorni. Il giudizio lo lascio a voi. Mi preme solo sottolineare alcune cose:

1) non potevamo far uscire i mezzi spazzaneve semplicemente perchè non ce n’era almeno 5 cm al suolo e il rischio era quello di spaccare le lame o (peggio) raschiare l’asfalto;

2) molti si sono avventurati senza le dovute precauzioni: no gomme invernali, no scarponcini ecc. ecc. ecc.

3) il sale è stato gettato in diversi giri anche durante la notte;

4) ho fatto un giro in diverse vie e molti si sono lamentati ma pochi hanno ottemperato all’ordinanza del Sindaco che impone di pulire i marciapiedi davanti alle proprie abitazioni. E molti cittadini (quelli più ragionevoli) me lo hanno fatto notare;

5) quando questa Amministrazione e alcuni suoi rappresentanti dicevano che per la Scuola di Via XX Settembre serviva e serve un rifacimento totale abbiamo sentito molte persone dire: “Non è vero”, “Non è possibile”, “Volete distruggere tutto” o addirittura “Siete catastrofisti”. Alla resa dei conti (cioè al freddo perchè le caldaie non sono state sostituite all’ultimo ampliamento…) questi sono i risultati.

La cosa più buffa che ha chiuso il cerchio è stato che questa mattina, arrivando in ufficio nel mio lavoro privato, un collega  mi ha detto: “Lore, son passato da Uboldo. Era tutto bello pulito, mica come da me!”.

Ho sorriso: tutto il mondo è proprio paese.

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Don Adam (sabato, 30 novembre 2013 17:31)

    Grande Lore!