Vendesi bufale - Atto terzo

Quando dicevo “aspettiamo a parlare” oppure “attendiamo che il procedimento sia chiuso” era proprio per questo motivo: sparare notizie false e tendenziose solo per il gusto della polemica è un atto di una bassezza politica senza eguali.

E’ successo anche per la neve 2009-2010. Sul periodico che sta arrivando nelle case un gruppo politico afferma con sicumera che la “cara amministrazione” è costata ai cittadini 226 mila euro…anche questa volta, bufale!

Ieri sera in Consiglio Comunale abbiamo approvato una spesa di 65.000 euro più IVA (che arriva a 78 mila euro), una cifra più congrua se si considerano i giorni di neve dell’anno scorso (come oggi eravamo sotto diversi centimetri di neve) e il servizio reso dall’azienda in questione (l’appalto prevedeva più mezzi rispetto a quest’anno e anche qualche spalatore fornito dall’azienda). Morale della favola: ancora una volta i “mozzarellari” hanno colpito e ancora una volta sono stati smentiti.

Ed è anche “mozzarellara” la notizia che vuole comuni limitrofi più virtuosi perchè sicuramente avranno speso meno di Uboldo sì ma anche perchè sono più piccoli di Uboldo. Infatti, dai dati che gli uffici hanno raccolto telefonicamente e velocemente (quindi possiamo ritenere passibili di qualche errorino) altri comuni limitrofi delle dimensioni quasi come Uboldo hanno speso più o meno la stessa cifra. Ovviamente andrebbero anche visti gli appalti in tutte le loro parti, cosa coincideva e cosa no, ma resta il fatto che “stringi stringi” questa Amministrazione invece che pagare 226 mila euro ne pagherà 78 mila.

Le lamentele di questi giorni pervenute negli uffici ci fanno pensare anche che la stima di quest’anno (30 mila) debba essere rivista magari nei prossimi anni al rialzo (se il bilancio lo consentirà) a causa di un Comune come il nostro che è grande come Saronno e che ha diverse frazioni sparse ai quattro angoli del paese. Ovviamente vedremo cosa succederà, anche perchè la spesa dell’anno scorso è dovuta ai diversi giorni di neve e ai diversi interventi fatti. Rammento a me per primo che l’azienda ha lavorato il 17, 18, 19, 21, 22, 23, 24 dicembre e 3 e 7 gennaio. Insomma, quando c’era la neve!

Spero sia l’ultima volta di dover arrivare al “Vendesi bufale”: dopo la tinteggiatura delle scuole e la cabina dell’Enel ora anche la neve. Questo non è il modo che Uboldo al Centro e il sottoscritto hanno di fare politica che per noi è e resta un tendere al bene comune tutti insieme, nonostante le possibili diversità di vedute.

Politica non è offesa, delazione, insulto, “letame” gettato sugli altri. Questo è già il triste teatrino a cui tutti i giorni i politici romani ci condannano. Cerchiamo almeno nel nostro paese di alzare il tiro, di ridare dignità alla politica. Era meglio forse tacere prima di parlare e di creare il “caso” che in realtà non c’è. Uboldo al Centro non inventa lettere, mail, contributi che, guarda caso, denigrano gli altri. Uboldo al Centro dice la verità anche scomoda a volte (come questa), ma ci mette la faccia e continua a farlo. Questo è il mandato che abbiamo ricevuto dai cittadini che penso proprio si accorgano e ormai conoscano le enormi difficoltà dentro le quali questa Amministrazione sta lavorando.

La polemica e le offese le lasciamo agli altri. Noi continuiamo a lavorare per i cittadini e per la nostra comunità.

Lorenzo

P.S. Arriverà anche stavolta l’ennesima lettera di scuse?

Scrivi commento

Commenti: 0