Una repubblica giudiziaria

Arriverà il 7 aprile, alba di un nuovo giorno, di un sole radioso. Tutto sarà più bello e più perfetto. Finalmente tutto sarà morale. Finalmente saremo una Repubblica Giudiziaria. Uno splendido paese dove non dovremo più votare perchè il “metodo Ilda” farà indicare dai giudici chi deve governare il paese. Finalmente, dopo duecento anni, torneremo a sentire il rumore metallico della ghigliottina che cade impietosa sulla testa di coloro che sono ritenuti “immorali” o “indegni”. A morte il re, viva il re!

La nuova Costituzione sarà scritta da Lui, barbapapà Eugenio Scalfari, fondatore di Repubblica che rimarrà unico giornale degno di essere letto nel nostro paese. Perchè dice la verità!

All’inizio il governo provvisorio sarà affidato a un triumvirato composto da Santoro-Saviano-Travaglio così ci diranno chi sono i buoni e chi i cattivi, i degni e gli indegni, i morali e gli immorali. Concita De Gregorio avrà un ruolo di primissimo piano: nessuno la ricorderà più come la direttrice che per rilanciare un giornale sulla via del tramonto si affidò a un bel culo e a una minigonna. A lei verrà affidata una delega alla cultura e all’informazione.

Riguardo ai palinsesti televisivi: primo programma ad essere soppresso sarà Striscia la Notizia. E’ evidente che “la Cocò e la Fefè” incentivino all’immoralità (sigh…). Al suo posto mezz’ora quotidiana con Gad Lerner. Via anche il pre-serale sia sulla Rai che su Mediaset. Al posto di Milionario ed Eredità verrà trasmesso a reti unificate il Tg3 di Bianca Berlinguer. Nel frattempo partirà un’indagine su Ricci e la sua banda. Si sa mai che si trova il modo di sbatterli nell’aula di Annozero un giovedì sera…

Riguardo ai futuri politici, il centrodestra si rassegni perchè non ha speranza. Tremonti ha già una puntata di Report pendente alle spalle, Maroni e i leghisti storici hanno combinato tutti qualche bagatella in passato, Formigoni e i suoi amici della ”lobby di Dio” neanche a parlarne, Fini deve risolvere il suo casin(ò) di Montecarlo altrimenti rischia anche lui di essere immorale, Bocchino per via del cognome farebbe la fine dell’attuale premier, Casini e l’UDC sarebbero sgraditi al triumvirato.

Chi sarà degno di governare questo paese allora? Ce lo diranno loro. Metteremo tutti il nostro casellario giudiziale nelle mani di Ilda e i suoi amici e ci rimetteremo alla clemenza della corte.

Tra le altre leggi che entreranno subito in vigore: intercettazioni continue con lettura e rappresentazione scenica il giovedì sera su Annozero con commento di Saviano e Travaglio. Il segreto istruttorio viene abolito (ma esiste?). La privacy potrà essere ripetutamente violata. Per chi poi verrà considerato dal triumvirato, da Ilda e da Concita particolarmente pericoloso o immorale ci sarà il giudizio immediato. Tutto, ovviamente, in nome della Legge!

Amici, pensate che bello. Un paese perfetto e morale.

Venghino siori, venghino!

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0