La Corazzata Potemkin...è affondata

Apprendo dai settimanali locali che qualche problemino attanaglia una parte della minoranza (auto-proclamatasi “opposizione” in maniera più che veemente).

In sintesi, tutti i partiti che nell’aprile 2009 diedero “appoggio incondizionato”, oppure proclamarono il loro “appoggio e pieno sostegno” alla causa dell’ “ottimo investimento” che sarebbe stato riconfermato nelle elezioni del giugno successivo se la sono squagliata da questa coalizione di partiti camuffata da lista civica di estrema sinistra. La Corazzata Potemkin è affondata dopo “dieci anni di esperienza” e nonostante “i più autorevoli pronostici”.

Anche nell’ultimo atto di questa tragicommedia (a proposito, devo dirlo al mio amico Pierluigi…) gli esimi si sono distinti per il loro consueto stile: lettere all’umanità di chiamata alle armi contro il nemico Guzzetti e la sua squadra. Lettere rispedite al mittente ho letto, anche se annoto un certo comune denominatore: il disprezzo e l’acredine per l’avversario politico (che sono sempre io e Uboldo al Centro) che, profetizzo, farà unire ancora tutti in un’allegra brigata intorno al 2014. Segnatevi questa profezia!!!

Trovo comunque difficile chiamare “nuovo che avanza” chi si è staccato da questa lista civica di sinistra; è più una centrifuga in lavatrice o una “rivergination” di litiziettana memoria il processo al quale stiamo assistendo. Molto simile a quello che è già accaduto nell’altra realtà che sta fuori dal Consiglio Comunale dove abbiamo i “firmaioli” che, sbagliando i numeri sia dei proclami che delle elezioni, ora si inventano anche le firme: Zorro, Hitler, Garibaldi, Mazzini e chi più ne ha più ne metta. Dimenticandosi che per le elezioni bisogna andare a votare, non firmare! Ma sono cose già viste anche a Uboldo con le firme contro lo svincolo: gente di paesi molto lontani da Uboldo, minorenni (ah già, minorenni!!!). Nulla di nuovo quindi sotto il sole.

Siamo dunque al capolinea di questa avventura che ha lasciato Uboldo in una situazione disastrosa dal punto di vista economico, urbanistico, amministrativo e a livello di lavori pubblici. Per non parlare del rapporto con i comuni limitrofi. Non rimpiangeremo questo passato prossimo come non rimpiangiamo altro passato. Altro passato anch’esso in pieno processo di “rivergination” (guidati dall’alfiere delle centrifughe uboldesi!) per l’ennesima volta a base di invettive, bufale e non notizie: che povertà intellettuale. Non sappiamo nemmeno quantificare se basterà un solo mandato elettorale a sistemare tutti questi problemi ereditati; ce la stiamo mettendo tutta.

L’essere sempre e comunque contro qualcuno e il voler ergersi in ogni momento a detentori della morale uboldese ha portato la Corazzata Potemkin a sgretolarsi. Siamo certi che continueranno a cercare nuovi nemici e cercare nuovi motivi per essere contro. Oppure potranno pur sempre ripiegare sull’istituzione di un club della terza età sulla matematica, la ragioneria, un corso di Excel e le tabelle della TARSU.

La Corazzata Potemkin è affondata. Il mio consiglio è di chiamare il ragionier Fantozzi per sapere cosa ne pensa. Novanta minuti di applausi sono assicurati.

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0