This is it!

 Michael Jackson avrebbe detto così, che tradotto in italiano suona più o meno come “questo è tutto”. L’ho pensato tante volte in questi giorni quando, complici feste e bel tempo, i cittadini mi hanno fermato dicendomi: “bella la palestra”, “ma ha anche i pannelli”, “ma sembrava bruttina all’inizio invece adesso da fuori sta uscendo carina”, oppure con un misto di incredulità ”ma è già quasi finita?????” oppure quelli che mi fermano dicendomi “l’area Lazzaretto sta uscendo proprio bene” oppure quelli che durante le manifestazioni al Centro Sportivo mi dicevano “alla fine siete riusciti a non far entrare lo svincolo nel centro sportivo e salvare il boschetto e il percorso vita”.

La cosa curiosa è che quelli che mi hanno detto così corrispondevano esattamente agli stessi volti che qualche mese fa con fare un po’ provocatorio chiedevano “e la palestra dov’è?” (quando stavamo facendo i carteggi) oppure “è proprio brutta vista così” (a una settimana dall’inizio dei lavori!) oppure “ma siete impazziti a fare quello che state facendo nell’area Lazzaretto?” (al secondo giorno di lavori della Pro Civ con il disastro degli alberi secchi e marci a terra!), oppure “lo svincolo se arriverà taglierà in due il Centro Sportivo” (quando io che conoscevo il progetto e cercavo di spiegare che il lavoro intenso con ASPI e SPEA per l’ottimizzazione dell’opera, laddove si poteva ancora intervenire, avrebbe prodotto risultati).

A tutte queste persone il mio amico Teo mi ha detto: “digli come avrebbe detto il grande Michael Jackson: this is it!”. Ho scoperto che funziona. Stiamo lavorando tanto anche se i risultati faticano ad arrivare complice la crisi economica. Ma stiamo lavorando. Eccome. L’impegno che stiamo profondendo per rendere  più bello il nostro paese è fattivo e concreto. Abbiamo dovuto sviluppare tante cose attraverso la creatività, l’impegno e un pizzico di fantasia. Perchè quando i soldi non ci sono bisogna avere il coraggio di osare.

Tra pochi mesi arriverà Pedemontana e inizieranno i lavori del Palazzo Crivelli. Anche qui sto sentendo un sacco di parole, di opinioni, di previsioni. Quasi mai nessuna azzeccata. L’alleanza strategica tra “macchina del fango”, “mozzarellai della notizia” e “carta straccia” sta facendo anche in questo caso il suo degno lavoro. Senza mai prenderne una giusta. A questo punto ho capito che è inutile faticare nel tentare di dire la propria: basterà attendere il risultato e alla fine dire: “this is it”!

Scrivi commento

Commenti: 0