Inaugurato lo Svincolo Origgio - Uboldo

Da oggi pomeriggio Uboldo è formalmente entrato a far parte della grande rete autostradale italiana. Alla presenza dell’Ing. Tozzi di Autostrade per l’Italia, dell’Arch. Coletta di ANAS e dell’Assessore Regionale Raffaele Cattaneo è stato inaugurato lo svincolo di Origgio-Uboldo che da lunedì notte entrerà definitivamente in funzione. Sono contento per diversi aspetti.

 

Innanzitutto perchè questa inaugurazione chiude un’annata straordinaria su cui torneremo nei prossimi giorni, a dimostrazione che questa Amministrazione non solo “fa” ma porta risultati concreti alla nostra comunità. Il nuovo svincolo offre l’opportunità a Uboldo di uscire da quella strana anomalia che molti uboldesi mi facevano presente e a cui, da anni, non riuscivamo a far fronte. Da noi passa la ferrovia e l’autostrada e non avevamo nè una stazione nè uno svincolo: da oggi, il 50% di questa problematica non esiste più.

 

Inoltre per le nostre imprese, in previsione del futuro PGT con l’espansione della zona industriale necessaria poichè sono finiti i terreni utili all’industria (con il rischio che molte imprese se ne vadano…portando via con esse anche la possibilità di lavoro), essere servite con uno svincolo autostradale che arriva direttamente in zona industriale non sarà cosa da poco. Anche per tutti i cittadini la presenza di quest’opera sarà sempre più importante e darà sempre maggior possibilità di mobilità e di spostamento con più velocità e con minori perdite di tempo.

 

Purtroppo questa Amministrazione non ha potuto intervenire sul progetto, ma il rapporto di fiducia, stima e collaborazione createsi nel tempo tra noi e gli attori implicati in questo progetto ha portato questa Amministrazione a ottenere tre importanti risultati: il nome dello svincolo, il peduncolo che collegherà la zona industriale allo svincolo e, giusto oggi è stata ufficializzata, la conclusione e collegamento della pista ciclabile che ad oggi si ferma al confine di Origgio e che si collegherà con la nostra all’interno del nostro paese, obiettivo raggiunto per l’interessamento diretto dell’Assessore Cattaneo alla questione.

 

Ed è proprio a Raffaele Cattaneo che oggi va il mio primo pensiero di ringraziamento per l’impegno che ha assunto nei confronti del nostro paese: impegno ricambiato con stima, affetto e consenso dimostrato da questa comunità. Insieme a lui da oggi ci prepariamo ad accogliere la nuova sfida che vedrà impegnato il nostro territorio da qui al 2014: la Varesina Bis.

 

Oltre che all’assessore, il mio pensiero di gratitudine va all’Ing. Tozzi, all’Arch. Coletta rispettivamente di Autostrade per l’Italia e ANAS che hanno reso possibile l’accoglimento delle nostre istanze. Con loro vanno ringraziati tutti gli uomini che si sono impiegati fisicamente nei cantieri, che ci hanno messo la loro opera a servizio di tutti. In particolar modo il rapporto di amicizia personale che si è creata tra noi e l’Ing. Paolo Simonetta di SPEA e l’Ing. Massimo Viani di Autostrade ha fatto in modo che tanti piccoli problemi si siano potuti risolvere.

 

Infine, oltre che ai miei assessori, consiglieri e amici di Uboldo al Centro che con voi cittadini mi hanno sostenuto nella realizzazione di quest’opera, voglio spendere un pensiero anche per due amici “sul territorio” che non possiamo dimenticare: Luca Panzeri, sindaco di Origgio, e il caro Pierluigi Gilli, sindaco emerito di Saronno, entrambi sempre aperti al confronto con Uboldo nonostante la pessima e sciagurata figura rimediata nei primi 5 anni di trattative. Si diceva oggi che per arrivare a partire nella realizzazione dello svincolo ci hanno messo 5 anni e a farlo uno e mezzo. Sembra un’assurdità, ma nel mio piccolo pensavo: qua da noi è andata spesso così, 35 anni per promettere una palestra, 578 giorni per farla.

 

Chiudiamo con questa inaugurazione un 2011 davvero strepitoso, nell’auspicio e nella speranza che il 2012 sia ancora migliore!

 

Lorenzo 

Scrivi commento

Commenti: 0