Tutti giù per terra!

Ricevo molte sollecitazioni nelle ultime ore per “scrivere qualcosa” su questa situazione dentro la quale sta tristemente naufragando il nostro povero Paese. Preferisco astenermi da ogni tipo di giudizio perchè non basterebbe nemmeno un “Sarò greve…” per dire quello che penso. Stiamo tristemente assistendo a uno squallido teatro di burattini da una parte e un ricatto inaccettabile da parte dei fantomatici “mercati” dall’altra (è assurdo che basti solo una dichiarazione di un leader politico per far risalire lo spread) che in questo modo minano il sistema democratico alla base. Se devono essere loro a comandare, che non ci facciano andare a votare e che Draghi e tutti gli altri ci dicano che ci vuole ancora Monti. Altro che “parlamentarie”…

Il penoso “colpo di scena” di Berlusconi (e dei “berluschini” a rimorchio subito pronti all’ossequio e all’applauso a comando) è l’ulteriore conferma dello spessore di molti politicanti del PDL. Ed è l’ulteriore conferma che la scelta fatta fin dall’inizio dalla nostra compagine di Uboldo al Centro anche a livello locale sia quanto mai azzeccata.

Concludere l’esperienza di questo Governo, dopo un anno di macelleria sociale riverberato sulle classi meno abbienti e sugli Enti Locali dissanguati, senza prendere le vere scelte decisive è forse la scelta giusta. Dov’è finita la promessa di abolire le Province? Dove è finita la riforma del sistema giudiziario? Dov’è finita la riforma di tutto l’assetto istituzionale? Dov’è finita l’equità tanto sbandierata a inizio mandato? Solo tasse. Tasse su tasse che, sentivo ieri a un incontro su questo tema, hanno portato famiglie che hanno un reddito lordo di 40.000 euro all’anno ad essere vicine alla soglia di povertà. 40.000 euro sono 80 milioni di lire. Lo dicano a Casini e a quelli come lui che, dall’alto dei soldi del suocero Caltagirone, dice che Monti va sostenuto ancora. Quindi scelta giusta, fatta nel modo più sbagliato.

Strategicamente Berlusconi sta trascinando tutti giù per terra: morirà Sansone, ma anche tutti i Filistei. Chi considera questa solo ed esclusivamente una scelta “suicida” e miope si ricordi sempre che Berlusconi non è uno sprovveduto e avrà fatto certamente i suoi conti. Che, a lui e solo per lui (non per l’Italia), torneranno di sicuro.

C’è però da lavorare perchè una volta che questa penosa e triste pagina di storia d’Italia sarà finalmente conclusa, spazzati via i tirapiedi e i leccaculo, ci sarà da ricostruire un’area moderata che si ispiri veramente al PPE europeo. Chi ci crede nella politica, quella fatta bene, seria e concreta inizi a lavorarci. Adesso.

Lorenzo

"DI CHILO IN CHILO, DI METRO IN METRO, SISTEMIAMO L'ITALIA"
>> leggi di più

La scuola di Amatrice e la lezione da imparare
>> leggi di più

Scrivi commento

Commenti: 0