Seduti in tribuna

Non commento le ultime notizie inerenti allo Svincolo.

Ormai tutti sanno che arriverà e che quanto avevamo cercato di "portare a casa" per Uboldo rischia di essere perso per sempre.

 

Riassumendo ciò che perdiamo (in gran parte rintracciabile nella delibera di Consiglio Comunale del 6 settembre 2007) è:

  1. Interramento dello Svincolo (invece delle rampe di altezza 13 metri…)
  2. Tangenzialina esterna (2,5 km con due tunnel. Costo stimato 2 milioni di euro, zero euro spesi dal Comune di Uboldo)
  3. Sistemazione di Via per Origgio e nuova pista ciclo-pedonale
  4. Finanziamento per il Centro Sportivo
  5. Finanziamento di 500.000 euro per la riqualificazione di Via IV Novembre
  6. Collegamento diretto zona industriale – Svincolo
  7. Nome dello Svincolo che rimarrà "Saronno Sud"

A parte queste cose che ormai mi rifiuto di commentare, mi sembra giusto ampliare la riflessione a un altro concetto che è la nostra capacità, tutta uboldese, di rimanere sempre in tribuna quando la partita è in campo e altri la stanno giocando al loro meglio.

Rimaniamo ancora una volta in tribuna nella partita dello Svincolo, perdendo l’occasione di portare a casa tante cose utili per la nostra comunità a costo zero per le nostre casse comunali e per i nostri cittadini.

Rimaniamo ancora una volta in tribuna per le prossime elezioni che, sebbene con molta probabilità si faranno in Abruzzo il 30 novembre, con altrettanta grande probabilità non verranno svolte qui a Uboldo. E se le elezioni amministrative saranno accorpate alle europee, andremo al 7 giugno 2009! L’elefantiaca burocrazia italiana ci ha portato a non avere ancora ad oggi una risposta da un nostro ministro (è il 30 settembre, la lettera a Maroni fu inviata il 30 giugno, l’interrogazione parlamentare promossa il 16 luglio). In più, qualcuno che tra qualche tempo verrà a chiedere il voto "per l’interesse del paese" ha ben pensato di tacere davanti a un’iniziativa "per l’interesse del paese".

Di qualsiasi colore, per carità, ma un’Amministrazione eletta dai cittadini.

Diranno che fare le elezioni costa. E’ vero, costano le elezioni, circa 40.000 euro. Ma è anche vero che un’Amministrazione c’era e i tribunali (non i 5000 cittadini che hanno votato né il Consiglio Comunale!) hanno deciso che quell’Amministrazione doveva abbandonare il mandato. E’ anche vero che non ne spendiamo 40.000, ma in questa situazione ne perdiamo milioni di euro…rimanendo in tribuna. ..

Ancora una volta rimaniamo in tribuna a guardare, a osservare altri che in campo giocano la loro partita mentre noi rimaniamo in questa situazione, a disquisire se sia giusto o meno fare le domande a un ministro (intanto l’Abruzzo vota), a disquisire se lo Svincolo serva o meno (intanto lo fanno e noi non prenderemo niente!), a discutere se sia più o meno giusto questo o quello, a vedere il "fronte del no" che a ogni cosa proposta sa soltanto dire "No…No…No".

Attorno a noi gli altri corrono. Intanto noi rimaniamo seduti. In tribuna. A mani vuote.

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0