#Adesso non ridono più...

Ridevano. Mi ridevano in faccia.

Era la mattina del 2 dicembre quando, per un impegno col Corpo Musicale, incrociai il banchetto in Aula Polifunzionale delle "primarie" o "secondarie" del PD, il ballottaggio tra Bersani e Renzi.

Chiesi: "Ma se vi do 2 euro posso votare anche io?", non avendo mai nascosto la mia simpatia per il collega sindaco di Firenze. Di tutta risposta ebbi un sorriso quasi compassionevole di uno dei vecchi "giaguari" uboldesi del PD che mi disse: "Non puoi, tu sei dichiaratamente un non elettore del PD" mentre l'altro giovane e un po' sfigatino mi sorrise anch'egli, quasi compatendo che un ragazzo di 30 anni volesse sostenerne uno di 39 che si candida a guidare il Paese. 

Ridevano.

O mi dicevano, da vecchi cultori della politica: "Proprio non capisci" (a me lo dicevano...) quando affermavo che Bersani era il suicidio politico del PD, un uomo dell'Ottocento messo in campo contro il Caimano, impenitente immagine del viveur che fa la "Dolce Vita" attorniato da splendide ragazze, e un comico che oltre che a far ridere usa la Rete come il tinello di casa.

Ridevano.

Ho visto gente della mia età o poco più andare contro Renzi e quindi, per esclusione, sostenere la Bindi. La BINDI! Ma vi rendete conto? La Rosy Bindi!!! 

Ma oltre la Bindi sosteneva la Finocchiaro, Veltroni (V-E-L-T-R-O-N-I) ed è arrivata ad applaudire in Piazza Duomo uno come Romano Prodi, l'artefice principale dell'attuale disastro in cui versa l'Italia. Romano Prodi. Prrrrrrrrrrodi. Prodino. Uno che ha tenuto in piedi un Governo sulla prostata dei senatori a vita e Clemente Mastella. Ma vi rendete conto? 

Questa gente ha preferito lo "smacchiamo il giaguaro" a uno che diceva "#datemi15minutidifila e vedrete che cambio l'Italia".

E si è fatta poi guidare al naufragio da uno che mentre Berlusconi parlava di "togliere l'IMU" e l'altro diceva "mandiamoli a casa tutti!", questo andava sui manifesti a bofonchiare "L'Italia Giusta".

Questa gente non ha capito che senza programma non si va da nessuna parte e che il conflitto di interessi, le escort di Berlusconi e le nozze gay non danno da mangiare alla gente! E la cosa peggiore è che non se ne vanno ancora a casa.

Ma com'è che #Adesso non ridete più?

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 19
  • #1

    Ale (mercoledì, 06 marzo 2013 20:39)

    A me alle primarie mi hanno fatto votare, forse perchè essendomi da tempo ritirato "a vita privata" non mi hanno saputo "etichettare". Ora "sono iscritto" tra gli elettori del PD (ah ah ah) che ero pronto a votare se il Leader fosse stato Matteo. Poco male: dopo che la cura Grillo avrà sterminato gli ultimi burocrati della nomenklatura dalemiana, se avremo ancora uno straccio di democrazia e ci chiederanno di rivotare, non ci sarà alternativa a Renzi. Non ci vorrà molto...

  • #2

    il Livornese (mercoledì, 06 marzo 2013 23:33)

    Che meravigliosa sinfonia di parole...

  • #3

    Angelo (giovedì, 07 marzo 2013 08:01)

    Una persona del direttivo del PD di Uboldo, gongolante dopo le ultime votazioni, ha detto: siamo il primo partito a Uboldo!
    Ma dico io: e allora? Ma sei andato a vedere nel 2008 quanto ha preso il PD a Uboldo nelle politiche e nel 2009 quanto ha preso il PD a Uboldo nelle amministrative? Ma sta cosa non insegna niente? Ma ti rendi conto che dal 2007 a oggi il PD a Uboldo non ha fatto niente (niente! zero carbonella), nè come partito nè come minoranza nè come opposizione?
    Bene, bene, caro membro del Direttivo del PD di Uboldo: avanti così !

    Ciao,
    Angelo.

  • #4

    Isa (giovedì, 07 marzo 2013 15:54)

    Ciao Lorenzo,

    piccola premessa: nella vita, da super giovane, ho votato Bertinotti. Lo so, lo so, utopia e le solite robe operaie eccetera. Ma io lo adoravo come persona, e quindi.
    Poi radicale.
    Mai votato PD nella vita. Ma stò giro, essendo più vicina alla sinistra che ad altro, ho detto: voto pure alle primarie, che mi sembrava una bella cosa democratica. E così ho votato Laura Puppato, per dare un po' di voce alle donne.

    Che non ti abbiano fatto votare è segno di disinformazione da parte di queste persone, perchè le primarie erano invece assolutamente aperte a tutti, elettori del PD e non. A tutti i cittadini italiani.

    Se invece fossero stati informati e non t'avessero fatto votare per pura "antipatia" politica, questo sarebbe un brutto segno davvero.

    Mi auguro la prima.

    Ad ogni modo, io direi, da cittadina, lasciate perdere le ripicche ora. C'è un anno davanti , fate bene le cose, andate avanti, non rinfacciate, lasciate stare. La gente poi tanto deciderà, ma guarda, per esperienza anche il rimuginare su degli accaduti spiacevoli è sempre, sempre, non proficuo.
    D'altrone come hai sempre detto poi parlano i fatti, al di là delle idee.

    E poi sai cosa, credo che adesso, ma adesso, in Italia non rida davvero più nessuno, nè di qua, ne di là.

    Buon lavoro a tutti

  • #5

    Lorenzo Guzzetti (giovedì, 07 marzo 2013 16:00)

    In realtà loro hanno fatto la cosa giusta perchè io in effetti "non sono un elettore del PD". E registrarsi prima è una cazzata perchè è un controllo stupido.
    Siamo solo all'inizio. Sarà sempre peggio.
    Lorenzo

  • #6

    Matteo Pizzi (giovedì, 07 marzo 2013 16:48)

    Registrarsi prima? E scusa Lorenzo, chiedere 2 euro per esprimere una preferenza? Contando che 3 milioni di Italiani hanno votato alle primarie, fanno, così, ad occhio, 6 milioni di euro... alla faccia... e chissà dove sono andati sti soldi...
    Se siamo solo all'inizio vedremo cose più grandi di queste.

  • #7

    Isa (giovedì, 07 marzo 2013 17:07)

    Ho appena letto che Grillo propone una sola tv pubblica.
    Come i dittatori comunisti , o i dittatori nazi fascisti.
    Per i miei figli mi augurerei un futuro roseo, ma se dobbiamo toccare il fondo, tocchiamolo adesso , che quelli della mia generazione hanno ancora un po' di forza per reagire. Falliamo, e ricominciamo. Un po' come han fatto i nostri nonni.
    Io non so fare niente, ma innanzitutto mi sa che dovrò imparare ad arare i terreni per tirar fuori qualcosa da mangiare.

  • #8

    Lorenzo Guzzetti (giovedì, 07 marzo 2013 18:11)

    Falliremo. E' giusto così.
    D'altronde l'altra sera, nel sentire certi ragionamenti, ne ho avuto ancora di più la certezza.
    Lorenzo

  • #9

    Chobin il principe stellare (giovedì, 07 marzo 2013 18:34)

    Era una sera del pre-elettorale dell'anno del Signore 2007. Quattro pirla di amici erano sul piazzale della Chiesa a parlare di politica e incontrarono un altro ragazzo del gruppo di centro-dilà. Questo argomentava e argomentava e argomentava. Alla fine uno gli ha detto: senti tu non capisci un cazzo. Ormai avete finito le vostre pagine di storia, adesso tocca ad altri. E in poche parole aveva chiarito il concetto. Quelli di là non capirono un discorso di così elevato contenuto allora, così come non hanno capito oggi quello che è successo. Tanto è vero che qui da noi non esistono da 5 anni e un vecchietto arzillo e provolone è riuscito da solo a mangiarsi un distacco abissale a livello nazionale e in più ha messo a nudo tutti i limiti dei conservatori di sinistra (oops, mi è uscito) al punto che non siamo in grado di avere un governo credibile. Ormai è ora di scrivere una nuova pagina. E' il tempo giusto per farlo. Serve solo catalizzare le energie disponibili e incanalare le forze per fare. Noi, la gente, siamo qua, pronti, sul nastro di partenza. Ciao LO!

  • #10

    Lorenzo Guzzetti (giovedì, 07 marzo 2013 18:47)

    Cari Ago, Ale e Chobin il principe stellare.
    Ho visto sul sito dei giornali e vi informo che alla direzione del PD di ieri c'era anche ROSA RUSSO JERVOLINO.
    Saluti
    Lorenzo

  • #11

    chobin (giovedì, 07 marzo 2013 18:48)

    Una mummia ha maggior fascino ed attrattiva ...

  • #12

    Isa (giovedì, 07 marzo 2013 22:46)

    Va bene ricominciamo da zero e annulliamo un po ' di preconcetti da qualunque parte arrivino.
    E scusa , Chobin il principe stellare , premesso che sono per l ' assoluta libertà individuale , ma insomma qui avrei messo un nome reale.
    No però è originale eh. Saluti.

  • #13

    Lorenzo Guzzetti (venerdì, 08 marzo 2013 00:41)

    Cara Isa, a parte che Chobin mi sembra un nome molto originale, devo dire che devo proprio citarlo.
    E' sbagliato dire "annulliamo un po' di preconcetti da qualunque parte arrivino".
    Come disse Chobin: "facciamo che tu hai torto e io ho ragione". :-)
    Ciao!
    Lorenzo

  • #14

    Isa (venerdì, 08 marzo 2013 09:32)

    Ovviamente non sono d ' accordo! !!! Io rivedo le mie posizioni se siamo tutti disposti a cambiare. Come diceva Rocky in Rocky 4. Che cambiare , si puo ' !
    :)

  • #15

    Lorenzo Guzzetti (venerdì, 08 marzo 2013 12:00)

    No. Io non sono disposto a cambiare quando i numeri mi danno ragione. Realismo! Realismo! Realismo!
    Basta cazzate. Realismo!
    Lorenzo

  • #16

    Isa (venerdì, 08 marzo 2013 12:02)

    Se falliamo , tanto , un po' dovremo cambiare tutti per forza.
    Realisticamente

  • #17

    Chobin (venerdì, 08 marzo 2013 20:41)

    Cara Isa, il nome e' reale ... Nel senso di nobile. A volte serve dissimulare per evitare le brutture che in questo mondo sono dietro l'angolo. In ogni caso anche oggi ho avuto modo di sentire che quanto qui in questo paese e' stato provato ormai 5 anni fa, si sta riproponendo. Il malcontento cresce e le prossime, vicine, elezioni diranno che la politica, la vecchia politica, e' finita. In ciò includendo i tradizionali partiti incapaci di capire la realtà. Nn basta più farsi un giro in paese il giorno di mercato per poter dire " io ci sono" anche poi nn si fa niente ... Oggi servono le azioni servono i fatti. La vecchia politica nn può farlo, ingessata ed incapace com'è di farlo.

  • #18

    Isa (venerdì, 08 marzo 2013 22:20)

    Caro Chobin , che ho visto ora su Wikipedia e non riuscivo a ricordare , cavolo , il cartone !
    Cmq , credo di aver detto le stesse cose. Ho anche detto che , non essendo più giovane , credo ancora di poter ricominciare. Se la politica e la società ci chiede un cambiamento per andare avanti io ci sono.
    Un caro saluto
    firmato
    Arwen la fidanzata elfa di Aragorn.

  • #19

    Lorenzo Guzzetti (sabato, 09 marzo 2013 02:18)

    Ho letto una bella frase che vi rigiro e che mi fa molto riflettere: «Conosciamo anche oggi un tipo di cultura in cui non conta la verità; anche se apparentemente si vuol fare apparire tutta la verità, conta solo la sensazione e lo spirito di calunnia e di distruzione. Una cultura che non cerca il bene, il cui moralismo è, in realtà, una maschera per confondere, creare confusione e distruzione. Contro questa cultura, in cui la menzogna si presenta nella veste della verità e dell’informazione diciamo no».