ProCiv Uboldo: "mani" per la nostra comunità

Martedì andrà in Consiglio Comunale il Piano di Emergenza Comunale, ultimo risultato in ordine di tempo che sta producendo la nostra Protezione Civile sul nostro territorio.

Questo Piano arriva dopo un periodo pieno di soddisfazioni per la nostra Protezione Civile. Prima abbiamo aderito a "Zona 3", insieme ad altre Protezioni Civili, e il nostro impegno è stato riconosciuto con la presenza nella Conferenza dei Sindaci, il board operativo, di questa importante istituzione. La nostra ProCiv siederà anche al tavolo regionale di coordinamento delle Protezioni Civili. 

In più, è ormai a regime completo la collaborazione con il Comune di Origgio per tutte le attività di Protezione Civile.

Insomma, c'è tanto materiale per cui andare orgogliosi. 

Sono orgoglioso della nostra Protezione Civile e di queste persone che sono "mani" attive e silenziose all'interno della nostra comunità.

E invito anche tutti gli uboldesi ad essere orgogliosi di avere questa Protezione Civile! 

E' vero che il Sindaco è il capo della Protezione Civile, ma io ammetto candidamente che non ho alcun merito per questi risultati e successi se non l'aver voluto la Protezione Civile fin dal 2007 e averla sostenuta in questi anni di mandato.

Il grosso merito va al nostro Piero Zucca, persona dal cuore d'oro ma soprattutto con una vera passione per la Protezione Civile. Spesso glielo dico: la mia fortuna è aver trovato lui che ci mette tutto questo impegno insieme ai nostri "ragazzi", come ci piace chiamarli. E devo dire che sapere di poter contare su di lui mi solleva, e non di poco, dall'impegno diretto tra i tanti che la carica istituzionale comporta.

Ho in mente, mentre scrivo, tanti volti della Protezione Civile di Uboldo. A tutte queste persone va la mia più sincera stima e il mio più profondo ringraziamento per quest'opera che svolgono all'interno del nostro territorio.

Anche dedicare qualche ora a queste attività, svolte in maniera gratuita, sono comunque segno di attenzione e sensibilità nei confronti della nostra comunità.

Viva la nostra ProCiv!

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0