Dopo i "benaltristi" abbiamo i "nonbastisti"

Fino a qualche giorno fa in Italia (e anche a Uboldo) avevamo solo i "benaltristi". Chi sono? Anche a Uboldo li abbiamo.

Quelli che quando porti in Consiglio una delibera ti dicono "ci voleva ben altro", quelli che quando fai una palestra commentano "ci voleva ben altro", quelli che quando fai un parchetto affermano con sicumera "ci voleva ben altro", quelli che quando arrivi col bilancio in Consiglio Comunale e ricordi che ti sei tagliato l'indennità di altre 20.000 euro tra tutta la Giunta ti dicono "ci voleva ben altro". I "benaltristi". Categoria di sfigatelli politici, che non hanno mai vinto, e che pensano di saperla sempre più lunga di te.

Ora, invece, essi sono stati superati da un nuovo gruppo, i cui rappresentanti più eminenti sono sicuramente i componenti del Movimento 5 Stelle, cioè i "non bastisti"

Grasso presidente del Senato? Non basta.

La Boldrini presidente della Camera? Non basta.

Gli 8 punti di Bersani che praticamente sono 8 punti del programma del M5S? Non basta.

Il 30% in meno dell'indennità e la rinuncia all'appartamento istituzionale? Non basta.

Eccoli i "nonbastisti". A dire il vero anche noi ne abbiamo un drappello in Consiglio Comunale (i "camaleonti" della sinistra...che cambiano nome ma restan sempre gli stessi...).

L'Italia dei "nonbastisti" è un'Italia perfetta solo se comandano loro.

L'Italia dei "nonbastisti" è l'Italia che è democratica solo se si fa come dicono loro.

Vi faccio un esempio di cui sono stato testimone oculare.

141 sindaci si ritrovano per deliberare che la gestione dell'acqua sia fatta direttamente dai Comuni attraverso una società a capitale pubblico. D'altronde l'equazione è elementare: il Comune E' un ente pubblico. Il Comune RAPPRESENTA i cittadini. Il Comune USA i soldi dei cittadini. Perciò COMUNE=PUBBLICO. Mi sembra una cosa abbastanza elementare.

Bene, all'ultima riunione del 28 febbraio scorso in Provincia noi sindaci eravamo in una sala a deliberare questo e nell'altra sala c'erano questi "nonbastisti", con la faccia scarabocchiata come alle elementari (a 40 anni...) con scritto "La Democrazia in testa" che volevano dirci con il loro modo di fare che "nonbasta". Perchè "si scrive acqua ma si legge democrazia". Solo che a loro la democrazia non piace quando la maggioranza vince anche se ha idee diverse dalle loro. Perchè loro sono i perfetti. Perchè se non sono loro "nonbasta".

Ma la cosa peggiore di tutta la riunione era un Comune non distante da noi che, per assecondare i "nonbastisti", ha cercato in tutti i modi di mandare all'aria l'incontro rimediando costanti figure barbine tra le quali l'affermare che la convocazione non era arrivata in Comune "quindi la seduta non è valida" con la risposta secca del Presidente d'aula che esibiva al soggetto in questione una lettera del suo Sindaco che affermava che la convocazione era regolarmente arrivata e che quindi la seduta era valida.

Se da una parte del mio cuore c'è la continua battaglia nei confronti di queste persone che sono tutte "slogan e comitati" (No TAV, Acqua Bene Comune, No Svincolo e i vari replicanti della zona...) attraverso la ragione, che secondo me è la cosa più bella di cui è dotato l'uomo, dall'altra parte la tentazione di sperare che questi vadano a governare Uboldo, la Provincia, la Regione e l'Italia c'è.

Speriamo che arrivino loro.

Speriamo che ci siano loro.

Allora sicuramente basterà, allora sicuramente faranno loro le scelte giuste, allora sicuramente sarà vera democrazia.

Allora sì che falliremo.

E no, non sarà affatto un piacere. Ma saremo felici.

Perchè finalmente "basterà".

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 7
  • #1

    Angelo. (lunedì, 25 marzo 2013 08:03)

    Caro Lorenzo, la profezia si sta lentamente avverando, Grillo resiste, gli altri fanno squadra, quel buonuomo dice che Grillo non ha il monopolio del cambiamento. Avanti così, distruggere per accelerare il declino, tanto per fare una citazione da Oscar.
    Ciao,
    Angelo.

  • #2

    Isa (lunedì, 25 marzo 2013 09:46)

    Bell'articolo Lorenzo.
    Ma guarda che forse non basta.

  • #3

    Chobin (lunedì, 25 marzo 2013 12:04)

    Gli indiani Navajo insegnano ai loro bambini che ogni mattina il sole che sorge è un sole nuovo. Nasce ogni giorno, vive solo per quel giorno e muore alla sera. Per questo dicono ai loro piccoli: il sole ha solo questo giorno, un giorno. Vivi bene la tua vita in modo che il sole non abbia sprecato il suo tempo prezioso.
    I nostri piccoli, oggi, sono, in maniera estesa, tutti i politici o politicanti ... ma il sole siamo noi!

  • #4

    Isa (lunedì, 25 marzo 2013 13:56)

    Dopo questa degli indiani non avrò pace finchè non avrò scoperto chi è Chobin.

  • #5

    Paolo C. (martedì, 26 marzo 2013 16:41)

    dimentichi la categoria più amata dagli italiani: i NONmiBASTAmai....quelli che rubano, approfittano, dimenticano, promettono, inciuciano....ma poi alla fine fanno solo i cavolacci loro.
    Di esempi in Italia ne abbiamo avuti a migliaia..che si muovono da destra a sinistra e da sinistra a destra con noncuranza, senza vergogna, senza ritegno. Li conosciamo bene, ormai, perchè sono camaleonti che si mimetizzano benissimo ovunque si trovino ma sono sempre gli stessi che da decenni affossano l'Italia..e in questo letamaio, un movimento nuovo può solo dare speranza. Hola.

  • #6

    Lorenzo Guzzetti (martedì, 26 marzo 2013 16:45)

    Paolo, dipende a cosa è applicato il NONmiBASTAmai :-)

  • #7

    Paolo (mercoledì, 27 marzo 2013 16:15)

    più che a cosa direi a chi....ma se ci si abbandona alla fantasia sono sicuro che il legame lo si trova.....ma non è il solito berlusconi, che peraltro mi tocca difendere ogniqualvolta è attaccato da certa fantasinistra... l'applicazione è a quanti da almeno 30 anni ce la raccontano. Grillo ha appena iniziato i suoi racconti; possiamo concedergli qyalche tempo, visto tutto quello concesso ad altri. E per favore non tirate fuori la crisi; c'è da anni ma non ha fatto fare salti mortali ai nostri politicanti, che se la sono presa comoda lo stesso; solo a noi.