Un Governo di Sindaci

L'assurda ostinazione condita da un egocentrismo inatteso di Bersani stanno stringendo l'Italia in un vero e proprio "abbraccio fatale" che ci porta, ogni giorno che passa, sempre di più verso il fallimento.

A Bersani non interessa nulla dell'Italia. Interessa solo che Renzi si bruci.

E questa è l'ennesima dimostrazione di chi è la sinistra.

I 163 grillini, che ora stiamo conoscendo per quello che sono realmente, stanno dando prova di essere null'altro che automi gestiti in remoto da un comico che comicamente tenta di vestirsi da politico con risultati tragici e, appunto tragicomici.

Il PDL è il primo caso di "sconfitto e contento": non ha responsabilità e continua a lasciare il cerino in mano a Bersani e al PD, svelando (ma ce n'era ancora bisogno davvero?) la totale incapacità della sinistra e/o del centrosinistra nel gestire qualsiasi cosa.

Il PD potrebbe fare una scelta saggia. Ma non la farà. Perchè l'uomo giusto ce l'ha in casa ed è Graziano Del Rio, presidente dell'ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), ma soprattutto sindaco.

E' il Sindaco di Reggio Emilia.

 

E' un Sindaco. E in questo momento nessuno dei politici sulla scena può comprendere quanto noi, che ricopriamo questo importante impegno, il passaggio delicatissimo che stiamo vivendo.

 

Serve un Sindaco.

 

Serve un governo "di sindaci" perchè noi oggi siamo quelli che stanno più vicino ai cittadini, che hanno più rapporto diretto e siamo quelli che in questi anni hanno vissuto "in trincea" e in prima linea il frutto di scellerate leggi finanziarie e norme tecniche regionali o nazionali.

 

Inoltre, ma questo non appartiene purtroppo proprio a tutti i sindaci, la figura del sindaco è quella più "tecnica" nel panorama politico italiano. Perchè il Sindaco, comunque vada e di qualsiasi area sia, è comunque formato a una mentalità "superpartes" ed equidistante da tutti, nell'interesse unico e solo dei cittadini.

 

Delrio, inoltre, è del PD, quindi sarebbe anche una scelta politicamente logica e coerente nel quadro elettorale scaturito dal voto del 25 febbraio scorso. E forse, senza scomodare il collega di Firenze, sarebbe la scelta "politica e tecnica" più azzeccata. 

 

Ma, ne sono certo, ancora una volta il PD sbaglierà mossa.

Ormai, però, "il tempo è scaduto".

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Angelo (martedì, 09 aprile 2013 07:53)

    Caro Lorenzo,
    abbiamo votato il 25 febbraio e al 9 aprile non sappiamo ancora niente. Intanto le aziende chiudono e vediamo noi quante persone arrivano ogni settimana a chiedere sussidi perchè hanno perso il lavoro. Ma intanto Bersani dice NO a tutto, intanto i grillini occupano la Camera, intanto i 10 saggi si riuniscono e nessuno sa cosa stiano facendo, come se le cose che si dicono sono cose private e non riguardassero tutti. Ma tu Lorenzo quante persone normali e brave e capaci conosci nel tuo mondo di tutti i giorni che potrebbero stare in quelle posizioni e prendere decisioni normali e utili per tutti? Io tante, anche a Uboldo.
    Ciao,
    Angelo.

  • #2

    Isa (martedì, 09 aprile 2013 14:15)

    Caro Lorenzo, Angelo,
    la situazione è insostenibile, siamo d'accordo.
    Io non sono per il mega -accordo, lo dico.
    Si rivota.
    O si fallisce.
    Lo so che a rivotare si rispende un sacco, ma non vedo altra via che renda giustizia ad un democrazia. Se siamo in democrazia.
    Se no, vabbè.
    Il sindaco di Reggio , non lo conoscevo, pensa. Io che sono lì vicino col cuore.
    Ho letto la bio e ho visto che è cattolico con 9 figli.
    E di tutte le cose pregevoli che ho letto, ho questa cosa dei 9 figli che mi rimbomba in testa e penso di continuo: 9 figli.
    Cmq sì, un'Italia ai sindaci sarebbe da dare.

  • #3

    Lorenzo Guzzetti (martedì, 09 aprile 2013 14:19)

    Io non ho letto la biografia.
    La mia è una proposta politica. Politica.
    Cosa che in Italia non si fa più da troppo tempo.
    Lorenzo

  • #4

    Isa (martedì, 09 aprile 2013 15:25)

    Sì, avevo capito e la condivido, per altro con un'altra collega qui, di sinistra, con cui leggevo il tuo post.
    E' che su Wikipedia subito mettono anche dati personali e tra tutte le cose mi è rimasta impressa questa.
    Chiedo venia.
    9 figli.
    Non ci posso pensare.

  • #5

    Lorenzo Guzzetti (martedì, 09 aprile 2013 15:37)

    Capisco.
    In una società come la nostra capisco che sia qualcosa di inconcepibile.
    D'altronde qualcuno li mette al mondo e, senza nessuna colpa ascrivibile a loro ma ai genitori, la società ne paga poi i risultati.
    L.

  • #6

    Angelo (mercoledì, 10 aprile 2013 07:57)

    Caro Lorenzo,
    alla fine Bersani ha dovuto (dovuto!) portare le gambe da Berlusconi. Adesso si schermisce, dice no che lui se non ci sono certe condizioni il governo non lo farà.
    Lo farà, lo farà.... A patto che non si chiami Governissimo, a patto che il PDL si chiami in un altro modo, a patto che non si dica che lui abbia incontrato Berlusconi, a patto che si dica che lui è stato costretto, a patto che la realtà la si chiami in un modo diverso. E i grillini?
    Ciao,
    Angelo.