I miei nipoti, Asterix e la burocrazia italiana

Ieri sera, vedendo con i miei nipotini "Le dodici fatiche di Asterix", ho ritrovato in questa "fatica" lo specchio della nostra Pubblica Amministrazione italiana.

E in questa corsa farisaica alla "purezza assoluta", tanto cara ai grillini e alla sinistra, sarà sempre peggio.

Devo dire che alcuni personaggi riportati li ho trovati anche io davanti in questi anni di Amministrazione.

Dedico questo post al mio amico Ago.

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    ago (lunedì, 15 aprile 2013 13:20)

    Sono onorato!

  • #2

    Il Barone Rosso (lunedì, 15 aprile 2013 17:25)

    Caro Sindaco, manca la fatidica frase: "non è di mia competenza".

  • #3

    Gax (lunedì, 15 aprile 2013 23:13)

    E questo non è forse un altro (amaro) inno profetico della politica mangiona nostrana?
    "Finché l'appetito c'è io mi sento come un re
    non pensare a me, mangerò per te, finché l'appetito c'è!"
    Uderzo al Quirinale! (purtroppo Goscinny ci ha lasciato da tempo)