Le comiche finali: Uboldo Civica vuole da me 1.000 euro!

Uboldo Civica è alle comiche finali.

Qualche giorno fa mi è arrivata prima via e-mail e poi per raccomandata la richiesta di "mediazione" da parte di Giovanni Tavecchia e Claudio Pirotta che vorrebbero da me 1.000 euro per una "oggettiva diffamazione subita" per il mio articolo "Brutti Avvertimenti..." del mese scorso.

Illustrerò i fatti di seguito e, oltre alle considerazioni, trarrò delle conclusioni.

 

FATTO

1) in quell'articolo, è evidente a chiunque sappia leggere, non c'è alcuna diffamazione. Io non faccio nessun nome, nessun cognome, non faccio riferimenti a nessuno. Racconto dei fatti e li commento;

 

2) in un commento successivo spiego addirittura il senso dell'articolo stesso scrivendo testualmente: "Io non condanno la persona. Condanno il gesto. Condanno questo modo di fare politica che è davvero insopportabile per chi crede nella politica come luogo di confronto per la crescita del bene nella nostra comunità."

 

3) visti i risultati di quell'articolo sulla stampa locale e perchè sinceramente dispiaciuto per come la stessa stampa aveva trattato la cosa (sempre a livello personale, non politico...) qualche giorno dopo ho anche pubblicato un altro post nel quale, sempre testualmente, scrivevo: "Non mi interessava colpire l'uomo e mi dispiace umanamente per il consigliere comunale in questione. Mi interessava denunciare un modo, un metodo di fare politica e riflettere su questo. "

 

Per me, che faccio politica, la vicenda si chiudeva qui.  

Ma veniamo ora a quello che raccontano i due consiglieri comunali nella descrizione dei fatti.

 

1) "Numerosi lettori del blog [...] commentavano l'articolo esprimendo solidarietà al Sindaco e indirizzando pesanti critiche (in qualche caso insulti) ai Consiglieri di Uboldo Civica."

Cittadini! Da oggi è vietato adesso anche dissentire o criticare la Verità espressa da Uboldo Civica! Guzzetti non merita alcuna solidarietà, nessuna considerazione!

 

2) "Durante il fine settimana 2/3 marzo (e nei giorni successivi), i Consiglieri Comunali Tavecchia e Pirotta venivano subissati di richieste di chiarimento riguardo all'articolo pubblicato dal Sindaco." 

Continuo a non vedere la diffamazione...mah...

 

3) Venerdì 8 marzo il contenuto dello scritto del Sindaco Guzzetti veniva pubblicato sui giornali locali. Tra gli altri, si segnala, quanto riportato a caratteri cubitali sulla locandina pubblicitaria del settimanale "La Settimana": "PIROTTA MINACCIA IL SINDACO: FRA UN ANNO NON CI SARA' PIU'"

Bene. Siamo arrivati al dunque. Chi ha diffamato chi (se poi di diffamazione si può parlare...)? Guzzetti o i giornali? O pensano che io come Berlusconi controlli i giornali o abbia dei giornali di proprietà? Che siano anch'essi giornali "della cricca"? 

CONSIDERAZIONI

1) Pirotta e Tavecchia mi pare che stiano sbagliando completamente destinatario. E dire che lo hanno anche scritto chi li avrebbe "diffamati".

 

2) Uso un verbo che piace tanto a uno dei due consiglieri comunali e che utilizzò per giustificare il parere contrario del dirigente per il Poliambulatorio: intimidire. Lui in quel caso disse che non si era fatto "intimidire dal parere del Responsabile" 

Altrettanto io "non mi farò intimidire" da questa richiesta di 1.000 euro per una cosa che, a differenza di un parere contrario, è completamente fuori dalla realtà.

 

3) Tacciono, i due, che hanno pubblicato sul loro sito una registrazione non autorizzata di un Consiglio Comunale. Siamo alla "democraziasecondome", alla "leggefaidame".

Riporto un paragrafo tratto dal parere del Garante della Privacy del 28 maggio 2001:

"è possibile documentare via Internet lo svolgimento delle sedute pubbliche del consiglio comunale, purché i presenti ne siano informati e non vengano diffusi dati sensibili"

 

Prendendone atto, ne darò notizia in Consiglio Comunale e quindi chiederò al Consiglio Comunale cosa vorrà fare a riguardo. Se la maggioranza e l'assessore tirato in ballo lo riterranno opportuno, sarò costretto come Sindaco a tutelare il Consiglio Comunale, sede istituzionale del nostro Paese, in ogni sede necessaria.

Mi ricordano da vicino quelli del Movimento 5 Stelle: pensano di essere gli unici depositari della Legge. Della LORO LEGGE.

 

4) Tace, il consigliere che si ritiene proprio più danneggiato dal mio articolo, di una cosa di cui proprio lui dovrebbe ricordarsi, ovvero che il sottoscritto ha evitato di fare una causa per danni a un suo famigliare che scrisse su Facebook il giorno della mia elezione delle pesanti ingiurie sulla mia persona. 

Dimentica forse che questa persona, convocata dalla Polizia Locale, dovette chiedere scusa per evitare, appunto, una causa vera con danni veri dato che le prove erano (e sono) schiaccianti.

E se vuole, il caro consigliere comunale, può venire nel mio ufficio a vederle. Così poi vediamo chi parla ancora di "odio" o "acrimonia"...chissà in certe case cosa si sente dire di me, che sono peggio del peggior criminale di guerra. Mah...

 

CONCLUSIONI

Se Pirotta e Tavecchia con il loro gruppo hanno bisogno di 1.000 euro vengano a chiederli che vedrò di darglieli.

Faccio già tanta beneficenza, la farò anche a loro due dato che mi pare di capire che si trovano in stato di indigenza.

 

Siamo alle comiche finali.

Per fortuna manca un anno alle elezioni e per il bene che io voglio a questo Paese e a tutti i miei cittadini spero solo che nell'area di centrosinistra arrivi qualcuno di un po' più serio con cui davvero si possa fare politica, ci possa confrontare su temi politici per il bene della nostra comunità.

Di questa gente non se ne può davvero più.   

Lorenzo

 

P.S. E' evidente che il 30 aprile l'autoprocesso se lo faranno da soli.

Lo dicano pure a Mazinga Zeta.

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Angelo (martedì, 23 aprile 2013 07:57)

    Caro Lorenzo,
    ti rinnovo pienamente la mia solidarietà. Ma per essere corretti la devo rinnovare a tutti i Consiglieri comunali che ad ogni Consiglio Comunale sono obbligati ad ascoltare le loro panzanate o a perdere tempo ad ascoltarli come sulla storia della pubblicità sul giornale comunale alla sala giochi slot machine che poi avevano fatto anche loro già dal 2003. Abili e maestri nella distruzione, incapaci totali di costruire.
    Ciao,
    Angelo.

  • #2

    Isa (martedì, 23 aprile 2013 11:25)

    A leggerla qui da fuori, che tristezza questa vicenda.

    Sapete che a vederla da cittadino cadono veramente le braccia?
    Personalmente avevo già dato la mia opinione sul fatto specifico (a cui non avevo chiaramente assistito).

    E' giusto ripercorrere i fatti e spiegare bene come siano andato gli avvenimenti eccetera, secondo una parte e secondo l'altra.

    Ma mi dico, e lo dico a voi di UAC e ai signori che non conosco: ma non avete di meglio da fare che perdere tempo in queste ripicche?

    Anche voi, signori di Uboldo Civica, cmq a incaponirvi sull'articolo di un sito che , se per voi rappresenta una cosa non corretta, basta smentire, rettificare (come per altro ho già visto fare sul vostro sito).

    Ma come fate, così, a lavorare bene per noi?

    L'impressione, da fuori, è che la "battaglia" UAC e Uboldo Civica sia ormai talmente incancrenita, rabbiosa, con ripicche, da 1) far incavolare noi cittadini che ci chiediamo se non avete di meglio da fare che continuare a stuzzicarvi e accusarvi a vicenda.

    2) far perdere veramente l'entusiasmo per la speranza di un futuro di collaborazione, tra chi regge e chi è all'opposizione.

    Desolante per tutti.



  • #3

    Lorenzo Guzzetti (martedì, 23 aprile 2013 11:31)

    Personalmente credo che il confronto politico e dialettico ci stia.
    Penso però che in questi anni (e te lo dico facendo Consiglio Comunale) la cosa davvero desolante è stata assistere a un teatrino dell'assurdo messo in piedi sempre da questa gente.
    A memoria d'uomo, in quattro anni, non ricordo una che sia UNA proposta politica.
    Una vergogna.
    Ma manca poco. E come dice Grillo: "sarà un piacere".
    Lorenzo

  • #4

    Roby (martedì, 23 aprile 2013 12:20)

    Che vergogna!
    Ma queste persone vivono ad Uboldo????

  • #5

    Gigi (mercoledì, 24 aprile 2013 22:55)

    Ciao Lorenzo, parlo a nome di UAC e ti dico che è veramente deprecabile questo modo di fare e intendere
    la politica.
    E' giunto il momento di dire a queste persone BASTA!
    Ma possibile che questo movimento politico Uboldo civica debba per forza scimmiottare ciò che avviene a livello nazionale?
    Ma è possibile che oggi essere di sinistra significa solo
    demonizzare e annientare il proprio avversario politico solo nei tribunali?
    Ma possibilbe che quello che è successo a livello politico Nazionale poco tempo fà non abbia insegnato niente a queste persone?
    La sinistra Nazionale Italiana aveva solo uno scopo, l'annientamento di Berlusconi e sappiamo com’è andata a finire.
    Uboldo civica è politicamente inesistente e infruttuosa è ha come unico scopo l'annientamento di Guzzetti, beh, se tanto mi da tanto...fra poco assisteremo alla disgregazione del partito che fu il centrosistradiuboldo, che fu sel, che fu Uboldo civica che fu ...
    Gli Uboldesi che sono davvero persone intelligenti e lungimiranti li hanno già bocciati nel 2009 e sicuramente
    credo che anche nel 2014 si ripeteranno (sempre che non implodano da soli come il Pd).
    Speriamo davvero che nel 2014 politicamente ci confronteremo con persone più interessanti e intelligenti di queste, altrimenti la politica è caduta veramente in basso.
    Grazie per lo spazio un saluto a tutti

  • #6

    Claudio.T (martedì, 30 aprile 2013 10:09)

    Non ho parole!!!!!!!a dire il vero le parole le avrei, ma è molto meglio che non riapro il libro del passato.....

    Ciao,
    Claudio