Nota sulla vicenda Salumificio

La notizia del giorno riguardante il fallimento del Salumificio Ceriani non ci lascia indifferenti. Voglio esprimere qui alcuni pensieri in modo più estensivo di quello fatto con la stampa.

L'Amministrazione Comunale ha seguito la vicenda in modo formale ed informale con costanza durante il suo mandato, in particolar modo l'Assessore Galli, e assicuro fin da ora che, nel limite e nel rispetto delle nostre competenze, metteremo in campo tutte le risorse e l'impegno possibile per sostenere ed aiutare le famiglie uboldesi coinvolte in questa situazione.

Sarà nostra cura sollecitare anche gli Enti Superiori per un coinvolgimento più pieno e condiviso, affinchè in questo scenario di grave crisi sociale nessuno resti indietro o rimanga vittima di una spirale di crisi angosciante.

Dall'altra parte credo che Uboldo e gli uboldesi oggi debbano comunque, in qualche modo, ripensare a quanto questa azienda sia stata importante per la nostra comunità.

Ha dato lavoro a tanta gente, tante famiglie hanno potuto essere certe per anni di un lavoro sicuro con uno stipendio utile per tirar grandi i figli, farli studiare, avverare i propri desideri.

Come sarebbe altresì ingeneroso non pensare anche a quante nostre associazioni abbiano goduto della presenza di questa impresa nell'organizzazione di feste, eventi, oratori, asili.

Sarebbe ingiusto oggi dimenticarsi di tutto questo.

Verrà anche il tempo del giudizio, ma ora è il tempo del lavoro, dell'impegno e della lotta alla sfiducia.

Ciò che chiediamo a tutti gli attori in campo è di affrontare questa sfiducia con realismo audace per raggiungere il bene comune che continua a nascere dal desiderio di bene e di bello che vive in ogni persona e si realizza attraverso l'impegno di ciascuno e la collaborazione fra tutti.

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0