Abbiamo completato il programma elettorale con 8 mesi di anticipo!

Durante la serata di giovedì scorso dove abbiamo presentato il nuovo Piano di Governo del Territorio ho voluto fare i complimenti alla mia squadra di Uboldo al Centro perchè, con il PGT, COMPLETIAMO CON 8 MESI DI ANTICIPO IL PROGRAMMA ELETTORALE col quale avevamo chiesto la fiducia agli uboldesi nel giugno del 2009.

 

Questo è a tutti gli effetti un grande, enorme successo di questa Amministrazione che voglio davvero condividere con Marco, Ercole, Enrico, Matteo, Angelo, Paola, Max, Giulio, Loredana, Fabio, Marco e tutti gli amici di Uboldo al Centro che in questi anni hanno lavorato tantissimo per arrivare a questo grande risultato.

Dall'apertura dello Sportello Lavoro (il 2 ottobre 2009, primo vero e proprio atto della nuova Amministrazione) al PGT: quattro anni e più di risultati uno sopra l'altro. E per me, lo sapete, questa cosa è sempre stata importante perchè credo sinceramente che un politico debba sempre "rendere conto" ai propri cittadini del suo operato.

Tutto quello che è stato fatto lo trovate cliccando qui.

 

Penso che l'onestà intellettuale di chiunque debba riconoscere un merito a questa Amministrazione: negli anni più pesanti della crisi economica, con continui tagli e riduzioni, siamo riusciti a ottenere risultati davvero eccezionali: la Palestra, il recupero di Palazzo Crivelli, il PLIS, il PGT, la bretella di collegamento con lo Svincolo che ha liberato notevolmente la Via IV Novembre, la sistemazione del Cimitero che partirà a breve, oltre ai tanti interventi "invisibili" ma significativi e necessari per la comunità.

Solo di investimenti sul territorio sono stati generati qualcosa come 10 milioni di euro di investimenti.

Ora Uboldo al Centro deve iniziare a pensare al futuro.

Non penso, sinceramente, che siamo stati dei fenomeni: il frutto di questo lavoro amministrativo si basa tutto sull'amicizia e la voglia di fare bene per la nostra comunità con un impegno e una passione uniche.

Anche se concludere con 8 mesi di anticipo un programma elettorale è qualcosa di unico.

 

Come diceva De Gasperi, "un politico vero non pensa alle prossime elezioni, ma alle prossime generazioni", per questo è bello potervi dire che la vostra fiducia è stata ben ripagata, ma questo lavoro non si può fermare qui.

Io, vedendo quello che abbiamo fatto, sono veramente fiero.

Viva Uboldo al Centro! Viva la nostra comunità!

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 11
  • #1

    Giorgio Campilongo (lunedì, 30 settembre 2013 12:59)

    Caro Sindaco, è possibile mettere su internet, a disposizione dei lettori del suo blog e dei cittadini in genere, l'intero programma elettorale del 2009? Così ciascuno si potrà fare una sua idea di quanto è stato realizzato. Io, ad esempio, ne conservo una copia cartacea e non mi sembra che sia stato fatto tutto quanto era stato previsto o promesso.
    Cordiali saluti.

    Giorgio Campilongo

  • #2

    Lorenzo Guzzetti (lunedì, 30 settembre 2013 16:59)

    Gentilissimo Giorgio, sono felice che lei tenga a casa anche della buona stampa.
    Per quanto riguarda il completamento del programma elettorale è evidente che ci si riferisce ai macro-progetti sulle macro-aree: Palestra, PGT, bretellina collegamento allo Svincolo (ovviamente Varesina Bis non dipende da noi anche se siamo pronti), PLIS, salvaguardia del territorio.

    Ci sono anche due fattori che ho in parte esplicitato velatamente di tener conto ma che sei lei mi chiede sarò più esauriente:
    1) la crisi economica e i continui tagli (tra cui il D.L. 78/2010 e provvedimenti seguenti che hanno, di fatto, massacrato gli Enti Locali)
    2) la tragica situazione di bilancio e di programmazione trovata causata da un sciagurato quinquennio (2002-2007) che ci ha preceduto proprio dal punto di vista di bilancio e di programmazione sia economica che amministrativa.
    Il bilancio! Il bilancio e il PGT! Le due colonne portanti dell'economia di una comunità che sembravano fatti da abitanti di un altro pianeta.

    Se vuole prendiamo un tema a caso: il Cimitero.
    Da dire "vogliamo sistemare" ci siamo ritrovati con 30 anni di arretrati! 30 anni! 30 anni!!!!!!

    Infine, ad essere precisi, molte cose non presenti dentro al programma elettorale sono state comunque fatte quindi ha ragione a dire ciò che dice. Non abbiamo fatto ciò che dovevamo. Abbiamo già fatto ben oltre.
    Saluti
    Lorenzo

  • #3

    marino (lunedì, 30 settembre 2013 18:47)

    Congratulazioni a tutta l'AMMINISTRAZIONE che , in questo momento di crisi socio-politica, ma sopratutto economica ha saputo fare, non credo che la cittadinanza, intendo quella che non si è chiusa nel suo, povero o ricco orticello, non possa vedere coi propri occhi quello che avete fatto e, se avete commesso qualche sbaglio, sono convinto che è frutto della natura umana, nessuno è perfetto, comunque grazie e avanti così.

  • #4

    Angelo (martedì, 01 ottobre 2013 07:55)

    Caro Lorenzo,
    se gli obiettivi principali della giunta 2002-2007 hanno fallito in programmazione (palestra abbattuta a fine mandato, scuole vecchie abbattute a fine mandato, pgt con errori grossolani e approvato in fretta e furia), cosa dobbiamo dire della Programmazione Economica di quella giunta? E se la tassa rifiuti raccoglieva 400 mila Euro in meno del suo costo cosa dobbiamo dire del Bialncio di quella giunta? Brava gente, per l'amor del Cielo, ma quando parlano sono come i messaggi di Windows: sono chiari ma non servono a niente.
    Ciao,
    Angelo.

  • #5

    Angelo (martedì, 01 ottobre 2013 12:48)

    Caro Lorenzo,
    vorrei dire qualcosa sullo statuto prima che il signor "mi-dicono-che" intervenga con la clava. I vari rappresentanti delle opposizioni hanno detto che non hanno partecipato alla riunione di agosto perchè era agosto. Domanda: ma lavorare in agosto è una colpa? Forse si per i burocrati e gli statalisti e i sostenitori dello Stato nel sociale come paravento della loro poca voglia di lavorare. Cosa ne pensi?
    Ciao,
    Angelo.

  • #6

    Giorgio Campilongo (martedì, 01 ottobre 2013 12:49)

    Ovviamente anche io mi riferisco a grandi progetti e grandi opere, eppure rimango convinto che sia quanto meno esagerato parlare di completamente del programma del 2009, pur considerando le condizioni di contesto che ha citato. Lasciando perdere il mal posto problema del bilancio (che nel 2007 era in equilibrio, in grado di garantire servizi e investimenti e contemporaneamente una delle pressioni fiscali più basse del Saronnese, e che la sua Amministrazione ha ricevuto in condizioni di gran lunga migliori rispetto a quelle in cui lo trovarono i suoi predecessori nel 2002 - vd. patto di stabilità sforato...), prendiamo in considerazione la crisi economica. Il 2009, l'anno in cui è stato eletto, è stato il peggiore: -5% di PIL! Era quindi prevedibile che non sarebbe stato un periodo di vacche grasse, ma lei ha comunque promesso opere difficili da realizzare anche in periodi migliori. A mio avviso in questo ottica la crisi non è una scusante, ma un'aggranvante.
    Certo, è vero che sono stati realizzati progetti non esplicitamente previsti dal programma elettorale, ma queste realizzazioni non basta farle, bisogna vedere se sono positive o negative. Un discorso che varrebbe pure nelle opere previste dal programma elettorale, ma che non è argomento di questa discussione.
    Ci sarà modo di discutere ancora del programma e del resto, il mio invito è che lei metta fin da ora a disposizione su internet il programma del 2009. Lasci che anche i cittadini che non hanno conservato questa "buona lettura" possano farsi la loro idea su quanto è stato promesso e quanto no è stato fatto.

    Giorgio Campilongo

    P.s.: quel che dice Angelo (assessore Leva?) sulla Tarsu è semplicemente falso. Chiunque conosce i bilanci lo sa.

  • #7

    Lorenzo Guzzetti (martedì, 01 ottobre 2013 13:07)

    Mi stupisce, caro Giorgio.
    1) lei nel 2002 aveva poco più di 10 anni, quindi dubito fortemente che lei si possa ricordare come ha governato il mio predecessore Ceriani nei 10 anni di Lega. Pertanto ogni giudizio storico è ovviamente sospeso, anche se per onestà intellettuale occorre riconoscere comunque un giudizio positivo cosa che non si può dire per gli anni successivi. La sua affermazione, pertanto, mi sembra più da "catechizzato" che da persona che può parlare con cognizione di causa;
    2) lei parla di PIL. Come è già stato spiegato più volte, prendo il caso della TARSU, gli introiti non coprivano le spese. E questo è un assurdo. Lei parla di fiscalità bassa: certo, è facile tenere la fiscalità bassa per motivi elettorali ma bloccare il Comune (non ricordo infatti "grandi opere") che infatti non è cresciuto e aveva un'economia a dir poco stagnante.
    3) riguardo le condizioni di contesto: le ribadisco il concetto, che capisco lei non comprenda perchè forse non è ancora arrivato nell'anno catechistico, che in questi 5 anni la PA è completamente cambiata e nonostante tagli e limitazioni questa Amministrazione ha fatto più di quanto promesso. Per quanto riguarda le positività o le negatività lasci ai cittadini giudicare. Per quanto riguarda i miei predecessori i cittadini hanno già giudicato, mandandoli a casa e facendoceli restare nel 2009 in modo abbastanza evidente.
    Lorenzo

  • #8

    Giorgio Campilongo (martedì, 01 ottobre 2013 13:28)

    Non è mia intenzione iniziare una discussione chilometrica, ci sarà modo di farlo in futuro. Non sopporto però che mi si attribuiscano scorrettamente affermazioni che non ho mai fatto. Il mio non era un giudizio negativo sull'intera Amministrazione della Lega Nord, ma sulle condizioni del bilancio ereditate dal successore del Sindaco Ceriani. Che il Comune si avviava a sforare il patto di stabilità è un fatto, che la Tarsu perdeva oltre 300.000 euro (contro i 190.000 del 2007 e i 90.000 del 2008) è un fatto, che anche l'acquedotto versava in condizioni gestionali difficili è un altro fatto. Nessun dogma, solo fatti. D'altronde al catechismo è molto più avvezzo lei di me, così come io, a differenza sua, non ho mai insultato la Lega Nord di Uboldo.
    Attendo che metta online il programma elettorale del 2009!
    Alla prossima.

    Giorgio Campilongo

  • #9

    Lorenzo Guzzetti (martedì, 01 ottobre 2013 14:58)

    Non capisco perchè lei si arroga il diritto di pensare di dire cose vere sul bilancio 2002 (che aveva 10 anni...) mentre io, che sono il Sindaco, dovrei dirle bugie sul bilancio con cui ho ereditato il Comune.
    Perchè i suoi sarebbero fatti e quelli degli altri no?
    Con quale supponenza lei bolla come verità i "fatti" portati da lei e menzogne quelle degli altri?
    Ma non si vergogna nemmeno un pochino?
    Questo è il suo errore.
    Pensare di dire la verità.
    Pensare di arrogarsi il diritto di dire a uno "attendo che metta online il programma elettorale del 2009".
    Ma che mediocrità.
    Riguardo al catechismo: credo sia meglio il mio che quello a cui aderisce lei. D'altronde il mio catechismo si rifà a uno che è 2000 anni che se ne parla, il suo a una persona che, grazie a Dio, a Uboldo ci siamo dimenticati il giorno dopo.
    E non ne sentiamo la mancanza.
    Lorenzo

  • #10

    Giorgio Campilongo (mercoledì, 02 ottobre 2013 16:49)

    Non sono così presuntuoso da pensare che i fatti che espongo siano tali perché sono io a sostenerli, ma perché ritengo che all'occorrenza siano dimostrarli pubblicamente. Non è necessario aver avuto 20 anni nel 2002 (io ne avevo 13) per conoscere la situazione di allora del Comune. Esistono dati, atti, documenti e testimonianze. Altrimenti come potremmo ricostruire la storia? Inoltre è una caduta di stile cercare di screditare l'interlocutore facendo sistematicamente riferimento alla sua età (o con altre insinuazioni infondate). E dire che solo qualche anno fa proprio lei si lamentava giustamente quando erano i suoi avversari politici a farlo nei suoi confronti.
    Il resto sono insulti ai quali non vale la pena rispondere. Si giudicano (e danno un giudizio sul loro autore) da sé.

    Giorgio Campilongo

  • #11

    Lorenzo Guzzetti (mercoledì, 02 ottobre 2013 17:06)

    Guardi, forse non sono stato chiaro.
    Io non è che credo. Io SONO CONVINTO che lei sia catechizzato.
    E sono anche CONVINTO della vostra presunzione: il popolo dei "puri", del #sieteniente odierno, dove voi siete i buoni e gli altri quelli sporchi. Quanta supponenza...
    E badi anche bene quando parla di me senza conoscere: io alla sua età per conservare la mia libertà di pensiero e di giudizio mi tirai fuori da un gruppo di estremisti che usò una "faccia pulita" per arrivare alla cadrega, per poi far comandare, appunto, il suo Boncompagni.
    Quindi il problema non è del mio stile, ma tutto suo.
    Capisco che lei non capisca e si sorprenda, nella sua condizione, che esistano uomini liberi.
    Alla prossima lezione.
    Lorenzo