Mercoledì 30 ottobre ore 20.30, Consiglio Comunale di Adozione del nuovo PGT

Sono un po' emozionato nel dirvelo: mercoledì 30 ottobre alle 20.30 in Aula Polifunzionale ci sarà il Consiglio Comunale che adotterà il nuovo Piano di Governo del Territorio.

Arriviamo in fondo a un iter lunghissimo che ha fatto spendere mattine, pomeriggi, notti, ore e ore di discussione per cercare di dare il massimo ai nostri cittadini. E di questo non saprò mai come sdebitarmi per il loro prezioso e discreto lavoro con Angelo Leva e Fabio Cattaneo, le nostre due punte che hanno giocato davanti tutta la partita.

 

Qualcosa come 80 elaborati racchiusi in quasi 50 chili di carta: un'opera monumentale che racconta quale sarà l'Uboldo del domani, quale sarà lo sviluppo della nostra comunità.

 

Ho ritrovato, nel riassunto che sto facendo in questi giorni con Angelo e Fabio che pazientemente mi aiutano in una materia a me ostica, i tre capisaldi che ci eravamo dati: famiglia, ambiente e lavoro.

 

Poi sarà perfettibile perchè come potete immaginare trovare e scovare eventuali errori in un PGT è come cercare un ago in un pagliaio. Ma il più è fatto, la struttura portante c'è ed è ben solida. In seguito sarà solo un lavoro di fioretto.

 

Da qui intendiamo rilanciare Uboldo e far ripartire l'economia di questo paese e di questa comunità.

 

E' un PGT che secondo me si racchiude in un verbo: respirare.

Respira aria nuova, respira una nuova idea di comunità, respira il futuro che sarà, respira la sintesi di cinque anni incredibili, vissuti uno dietro l'altro con un'intensità e una passione che ci hanno portato a risultati impensabili.

 

Per me, e lo dico con un filo di emozione, è ciò che lascio alla mia comunità, è ciò che consegno al mio paese, è un po' come quando ti tolgono le rotelle dalla bici e ti dicono "ok, sai pedalare".

E' l'amore che questo gruppo di Uboldo al Centro ha messo in questi anni nell'amministrare questa comunità e che spero possa esserci anche in chi, questa stessa comunità sceglierà dopo di noi.

 

Uboldo, adesso finalmente potrai pedalare e respirare.

 

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0