Ettore, i 24 euro e chi "suona il tamburo"...

Caro Ettore,
        da efficiente sindaco lombardo ("chi sa laùra") ho verificato.
 
La cosa delle 24 euro per mettere i fiori al cimitero è una sciocchezza inventata ad arte. CHIUNQUE può andare e mettere fiori, pulire le tombe e fare ciò che vuole.
E questo lo sanno anche gli operatori. Hai fatto bene a dirmelo, per esempio, proprio perchè il Comune in questi casi TUTELA il cittadino e si informa per sapere se ci sono eventuali infrazioni alle norme della convenzione.

E' diverso se un'azienda deve entrare a fare opere di manutenzione straordinaria a una tomba dove deve mettere cestello, camioncino, usare la corrente, avere un'assicurazione che copra eventuali danni arrecati ad altre tombe.
Si chiamano "diritti di segreteria" che esistevano anche prima con il Comune e sono facilmente comprensibili...

Ammetto che non sei stato l'unico a chiedermelo.
Solo che adesso inizio a scocciarmi.
Mi sto chiedendo CHI possa avere interesse a "suonare i tamburi" usando una frase a te cara perchè ora ci sono delle REGOLE.
 
Mi sto anche dando delle risposte.
Come dicevo a Enrico oggi, dovremo forse fare dei seminari di fondamenti di ragioneria e di regole della pubblicità.
O forse dovrò essere greve come piace a molti miei fans.

Perchè alla fin fine se c'è un suonatore e una mazza, il tamburo ci deve sempre essere.
Sì, mi sa che dovrò spiegarlo.
 
Un caro saluto.
Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Luciana (mercoledì, 30 ottobre 2013 08:56)

    Ho sentito anch'io alcune donne al cimitero parlare molto vivacemente di questa notizia di un pagamento di € 24,00 prima di poter intervenire sulle tombe di famiglia. Dicevano che l'obolo era dovuto ad es. nel caso si volesse cambiare una foto oppure piantumare una toma che ha dello spazio verde (quindi con intervento di un giardiniere e/o fiorista, etc)...
    Mi è sembrata una cosa troppo strana e mi riservavo di leggere la famosa carta dei servizi per chiarirmi la situazione (perchè sapere è sempre meglio, no?), quindi...
    sì, ci sono sicuramente queste notizie e sarebbe molto bello e sano che tutti sapessero esattamanete come questo cambiamento nella "gestione" del cimitero influirà sulla libertà delle persone di intervenire su qualcosa di molto caro come le tombe dei propri cari.
    Per il resto, il tempo ci dirà se è stata cosa e giusta...t

  • #2

    Lorenzo Guzzetti (mercoledì, 30 ottobre 2013 10:52)

    Cara Luciana, mi sembra comunque una cosa molto elementare: tutto ciò che è DENTRO al cimitero è competenza del concessionario. Un po' come le Ferrovie Nord, le Autostrade o altro.
    Inoltre c'è una cosa: i prezzi li fa il COMUNE non il concessionario! E i prezzi sono quelli di mercato. Quindi è probabile che se i lavori sono fatti in regola (e per regola dico non solo come tecnica ma anche a livello amministrativo) il concessionario è sicuramente competitivo.
    Il problema è proprio questo.
    Quello della "gallina dalle uova d'oro" che ora non fa più probabilmente uova d'oro...
    Lorenzo

  • #3

    Luciana (mercoledì, 30 ottobre 2013)

    Il mio commento si riferiva solo alla chiarezza delle informazioni: cosa si paga, quanto lo si paga, cosa posso fare e cosa no, etc. poichè è questo che un cittadino si aspetta: CAPIRE!
    Tutto qua.

  • #4

    Lorenzo Guzzetti (mercoledì, 30 ottobre 2013 14:43)

    Appunto, non mi sembra difficile.
    Tutto ciò che è FUORI dal Cimitero non è in concessione.
    Tutto ciò che è DENTRO al Cimitero sì.
    Ergo, se devo fare qualcosa DENTRO devo sempre avvisare il concessionario che si sostituisce al Comune (che ne rimane proprietario) e che fa rispettare le stesse regole che il Comune imponeva prima.
    Mi sembra elementare.
    L.

  • #5

    paolo (venerdì, 01 novembre 2013 15:41)

    buongiorno, sig. sindaco. se permette, vorrei chiederle una conferma su quello che ho capito dal suo intervento qui sopra e dai relativi commenti:
    per anni il cimitero di uboldo è stato sempre più "abbandonato a sè stesso", dalle amministrazioni precedenti e dalla sua, evidentemente, e invece che provare a impegnarsi e sistemare le cose bene, si è preferito dare "Tutto ciò che è DENTRO al Cimitero" (cit. sua) a una ditta esterna, che ovviamente ci guadagnerà perchè è ditta e non onlus.
    corretto? se non nella forma, quantomeno nella sostanza?
    se ci sono errori DI SOSTANZA, e non di forma, la prego di spendere qualche minuto e chiarirmeli, mi farebbe un grosso favore

  • #6

    Lorenzo Guzzetti (venerdì, 01 novembre 2013 19:44)

    Caro Paolo, è evidente che lei capisce ciò che vuole ma soprattutto (malissimo) lei non studia prima di parlare.
    Ma la perdono.
    Il Cimitero di Uboldo per anni "abbandonato" ha appunto avuto bisogno di questa Amministrazione per essere sistemato. Prima con un adeguamento normativo, con leggi del 1991 recepite solo nel 2011 e nel 2012, poi con una sistemazione strutturale che è stata affidata mediante project financing che è un modo per finanziare le opere pubbliche sempre più in voga nello Stato anche perchè lo Stato stesso non ha più soldi per investire.
    L'azienda non è che ci guadagna, ma rientra dell'investimento mediante la gestione pluriennale dei servizi.
    Le ferrovie, le autostrade e molto altro sono da ANNI così.
    Faccio fatica a capire la difficoltà nel comprendere.
    Spero di essere stato chiaro.
    Lorenzo