« S'ils n'ont plus de pain, qu'ils mangent de la brioche »

Mentre la nostra gente ogni giorno bussa sempre più alla porta dei Servizi Sociali, i disoccupati crescono a vista d'occhio, la nostra edilizia è ferma, i giovani a Uboldo non trovano case, i genitori non possono alzarsi la casa per i figli e qualche nostro imprenditore sta guardando con occhio molto interessato altri luoghi dove investire, due movimenti politici uboldesi si dilettano in giri di valzer zuppi di scarso senso di realismo.

 

Da una parte la Lega Nord che butta negli occhi della gente bugie, addirittura andando contro se stessa sulla vicenda ex-Lazzaroni.

Dall'altra Uboldo Civica che si diletta nel solito giochino piagnucoloso del "lodicoioallamaestra" dentro a un concetto di Dredd-La-Legge-Sono-Io che arriva a diffidare un Consiglio Comunale per aver fatto il suo lavoro, ovvero deliberare. In sostanza, un attacco alla democrazia e alla libertà di espressione in piena regola.

Non mi stupisco che questo atteggiamento venga dai due movimenti che hanno governato Uboldo nelle ultime legislature e che sono stati severamente bocciati dagli elettori, sintomo dell'incomprensione con la gente e verso le esigenze del popolo.

 

Questo sta a dimostrare la distanza siderale di queste persone dalla realtà, la scarsa conoscenza del territorio e della comunità in cui vivono che li porta, con questi comportamenti, a dire con fare sprezzante al popolo che ha fame: "Se non hanno pane, mangino brioche."

Il nostro PGT ha pensato al PANE non alle brioche.

 

Spazio alle FAMIGLIE, che possano pensare di ampliare le proprie case per i figli, ricostruendo anche quel tessuto figlio-genitore così importante anche nell'età senile.

Spazio alle IMPRESE, artigiani, aziende, industrie, commercio perchè restino sul nostro territorio e investano, migliorando i nostri servizi.

Spazio al LAVORO, perchè il lavoro è ciò che rende la dignità a un padre di famiglia di portare a casa lo stipendio per mantenere i propri figli.

Spazio all'EDILIZIA, perchè se non riparte questo settore la nostra povera Italia è destinata a soccombere.

Spazio all'AMBIENTE, inteso non come bandiera da sventolare ma come luogo da abitare, da vivere, da amare, da apprezzare.

 

Quanto a Uboldo Civica e Lega Nord agitino pure il ditino dal pulpito come dei maestrini, non rendendosi conto che vanno contro l'interesse del popolo, della gente, delle famiglie, dei lavoratori, degli imprenditori.

 

Il solito teatrino italiano delle "minoranze rumorose" che fanno spacciare di fianco a noi un'occupazione di uno stabile pubblico come una cosa quasi legittima, o che a pochi chilometri da noi con la questione IKEA si cimentano in improbabili studi che vogliono affossare un'opportunità occupazionale, o con la TAV che è ancora là da venire mentre una ragazzina che provoca un poliziotto baciandogli la visiera viene addirittura intervistata dal TG1.

Se l'Italia non progredisce poi non chiediamoci il perchè, un po' la colpa è anche nostra che tolleriamo questa gente.

 

Questa sinistra che si veste di civica e di associazioni dai nomi più improbabili per sembrare in tanti e mettersi la veste bianca.

Questi  movimenti "per il popolo" che i loro celodurismi li hanno ricoperti di diamanti.

Siamo proprio messi male...

 

Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0