Altro che sindacati...

Lavoro da 7 anni x lo stato, in ospedale, sono stata assunta con un regolare concorso dopo 5 anni di liceo e 3 di università.
Lavoro su 3 turni, faccio le notti ma non è considerato lavoro usurante. Non ho mai potuto partecipare a uno sciopero perché bisogna garantire il minimo sindacale e noi siamo costantemente al minimo.
Non ho la 14cesima, ho ferie arretrate da anni. Non esiste sabato o domenica, non c'è Natale o altre feste, ho 28 pazienti di notte e siamo in due.
Non ho pacco di natale o cena aziendale pagata e adesso devo pagarmi anche il parcheggio x venire a lavorare.
Ho molte responsabilità, vedo la gente morire, la gente soffrire e l'unica soddisfazione sono quei pochi grazie delle persone educate.
Quindi non tutti gli statali sono uguali.
Stavo per andarmene a letto quando ho letto questo post di una persona che conosco e che vi ripropongo.
Questa credo sia la fotografia migliore dell'Italia oggi, soprattutto dell'Italia vista con gli occhi di chi ha la nostra età.
Ci pensino non solo quelli che oggi sono chiamati a governare lo Stato, ma ci pensino anche i sindacati.
 
Nella mia esperienza di Sindaco posso dire che ha ragione Monica perchè no, non tutti gli statali sono uguali. Anche nello Stato c'è chi lavora con impegno, chi ci mette passione e dedizione, chi cerca di fare del suo meglio. Ma i DIRITTI dei lavoratori hanno schiacciato, hanno livellato negli anni facendo arrivare al piattume, dove le garanzie che oggi hanno gli statali si sono ritorte proprio contro questa stessa categoria.
E' assurdo che io non possa premiare chi lavora di più.
E' assurdo che io non possa cacciare chi non produce, chi ostacola, chi mette i bastoni tra le ruote. Mi si dirà che invece si può. Ma provino loro a imbarcarsi nell'iter burocratico.
E' assurdo che blocchino gli stipendi, blocchino le assunzioni senza considerare le realtà che hanno davanti: perchè a Uboldo devo aspettare che vadano via in 5 per assumerne 1 se io invece ho bisogno di 1 bravo in un posto e magari di quei cinque che devo attendere ne manderei a casa già domani 3?
 
E in più ci pensino i sindacati perchè oggi, in Italia, sono quasi 10 milioni anche quelli non garantiti, il cosiddetto "popolo delle partite IVA", quelli che se non si alzano la mattina non fatturano a fine mese e magari non rientrano nemmeno dei soldi perchè non vengono pagati o pagati male o a tranche.
E allora quando sento la Camusso che dice "forse lo sciopero generale non è più un'arma efficace" capisco benissimo quanto l'Italia sia indietro e ferma e quanto questa dirigenza abbia fallito completamente.
Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0