I doverosi GRAZIE

Al termine di questa giornata, dopo il post ironico su alcune piccole cose che abbiamo vissuto oggi, faccio qualche pensierino
1) il primo va al mio collega Loris Bonfanti di Caronno Pertusella e a tutti coloro che stanno lavorando in queste ore lì dove la situazione è più critica. Sono stato con Piero prima di staccare e ci siamo resi conto dell'importanza della situazione. Ai cittadini di Caronno e al loro Sindaco che so essere come me sulle strade del territorio in queste ore la solidarietà ma anche la disponibilità ad aiutare qualora ce ne fosse bisogno;
2) ringrazio di cuore Piero Zucca e tutti i nostri VOLONTARI della Protezione Civile che hanno lavorato sotto l'acqua dalle prime ore del pomeriggio fino a tarda notte. Grazie davvero perchè senza di voi sarebbe veramente impossibile far fronte a queste emergenze. E grazie aClaudio che ho stressato tutto il giorno e che nonostante i suoi impegni ci ha dato una grandissima mano. 
3) grazie anche a Matteo Pizzi, Enrico Chieregato e a Marco Mazzuccato che mi hanno affiancato in questo lungo sabato. E' stato molto bello alle 21 stasera trovarsi Marco lì che non poteva nemmeno per impegni di famiglia ma ha voluto esserci. Grazie perchè anche questa è la dimostrazione che prima di essere una "cosa" politica siamo innanzitutto amici.
4) grazie al Sindaco di Gerenzano, l'amico e collega Ivano Campi, e ai suoi ragazzi della Protezione Civile che sono venuti da noi per aiutarci a Uboldo e Origgio. Ivano è stato pazientemente anche lui sotto l'acqua come un volontario qualsiasi. Grande esempio di passione e umiltà. Grazie davvero di cuore, spero per lui di poter ricambiare in altro modo (nel senso che non gli auguro una esondazione)
5) grazie ai tanti amici che ci hanno sostenuto in queste ore con messaggi bellissimi. E' bello sapere che la gente ci sostiene in questi momenti. 
6) grazie anche agli amici che si sono fatti avanti per dare una mano! Grazie davvero! Non scambino questi amici il mio dire di no con un menefreghismo solo che essendo responsabile anche di loro e per loro se sono sulle strade, chiedere alle persone magari sprovviste anche del materiale adatto di mettersi ore sotto l'acqua non è proprio bello. L'invito però è quello magari di sentire Piero e accordarsi per dei brevi corsi di Protezione Civile per poter essere utili anche in questi casi.

Due ultime riflessioni:
è stato davvero bello vedere quanta gente ci ha scritto e sostenuto come è altrettanto qualificante dello spessore morale di certe persone il silenzio assordante di queste ore. I cosiddetti "haters", coloro che si divertono a "manifestare odio verso gli altri membri della comunità virtuale" e aggiungo io "col culo bello al caldo", quando c'è da dare una mano mica ti scrivono "senti ma c'è bisogno anche di me?". 
Questo ci dovrebbe già dire chi sono questi omuncoli...e non vado oltre...

Anche oggi ho potuto sperimentare quanto invece lo Stato che tanto disprezziamo e vituperiamo c'è. Oggi tutte le procedure d'emergenza sono state messe in moto interfacciandoci sempre con la Prefettura di Varese che ci ha chiamato più volte per sapere come andavano le cose. In Comune abbiamo sempre avuto la presenza del nostro Segretario Comunale ed è stato bello, alle 22, ricevere la telefonata del Prefetto in persona (che praticamente è il mio capo) che alla fine di tutto ha detto "Grazie" a me come a tutti gli altri sindaci. Insomma, sono piccole cose che mi fanno dire che lo Stato c'è e funziona quando prima delle procedure mettiamo uomini che fanno con passione e dedizione il loro lavoro. E dobbiamo esserne orgogliosi nel pensare che di Lorenzo voi ne vedete uno, ma il Lorenzo (come tutti gli altri sindaci) può fare bene il suo lavoro perchè con lui collaborano e lavorano centinaia di persone di cui non conosciamo nome e cognome ma che oggi hanno lavorato per tutti noi. Questo ci deve rendere orgogliosi.


Ho fatto apposta a lasciarli per ultimi (così le due ragazze erano già sul piede di guerra...), ma un grande grazie va anche alla nostra Polizia Locale che oggi si è fatta 12 ore di filato in servizio. Però Giorgio...fai ancora troppo poco per la sicurezza...
Lorenzo