La "Dote Comune"

Smettere di finanziare la disoccupazione, finanziare l'occupazione!
Questo è ciò che ci ha spinto ad approvare un progetto assolutamente innovativo e sperimentale dove un'Amministrazione Comunale non destina più risorse al semplice sostegno di chi accede ai Servizi Sociali ma DESTINA RISORSE ALLE AZIENDE perchè assumano in tirocinio le persone con un contributo del Comune.
Si tratta di un progetto assolutamente sperimentale che andrà perfezionato col tempo e che richiederà ulteriori riflessioni, ma vogliamo provare una via nuova di interpretazione del servizio sociale in questi cinque anni che abbiamo davanti.


La sfida è lanciata agli imprenditori, agli artigiani, ai commercianti: il Comune garantirà 200 euro fino a un massimo di 12 mesi alle aziende che assumeranno in tirocinio persone over 30 che dovranno ovviamente passare prima dai Servizi Sociali e poi dallo Sportello Lavoro.
Questa misura ha tre significati precisi: 
1. la persona si GUADAGNA il suo stipendio;
2. la persona IMPARA un lavoro vero e riprende contatto col mercato del lavoro;
3. il Comune può testare la vera VOLONTA' della persona.


Questa "Dote Comune" si incastona perfettamente (e vuole essere) prodromica a tutte le Politiche Attive del Lavoro già esistenti in Lombardia. Infatti, terminato il tirocinio, le persone potranno continuare il percorso attraverso gli strumenti di Politiche Attive del Lavoro regionali. Per gli under 30, invece, tra qualche giorno vi daremo altre novità.
Voglio ricordare che questa è l'ultima in ordine di tempo di misure già avviate dall'Assessore Ercole Galli per incentivare il lavoro: il "lavoro accessorio" che non è stato possibile proseguire perchè andava ad incidere sulla spesa del personale comunale, una convenzione con la Ozanam per il verde, e attualmente 15 persone sono inserite con il SIL. Quindi tanto "lavoro" da questo punto di vista era già stato fatto anche in passato. Questa volta però vogliamo rendere protagonista anche le aziende e ci rivolgiamo a loro perchè insegnino un lavoro vero a queste persone che potranno così riqualificarsi on the job e trovare la possibilità di una nuova chance.
Devo ringraziare Ercole per l'idea che ha avuto e a tutto il suo staff per aver perfezionato l'idea, come anche Sonia e Giulio che si sono messi a disposizione per sensibilizzare commercianti, artigiani e industriali riguardo questa nuova misura comunale.

Una piccola curiosità: per questa sperimentazione il Comune mette sul piatto 6.000 euro per il 2014 e 10.000 euro per il 2015. Guarda caso quanto avremmo speso per il Giudice di Pace...
Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    MARINO (giovedì, 20 novembre 2014 15:59)

    Questa è la continuazione della frase elettorale, "IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE", bellissima iniziativa e un GRAZIE, a chi pensando per il bene dei suoi cittadini, percorre vie mai sperimentate da nessuno, spero che la crisi molli la sua presa, dandovi la possibilità di concretizzare questa vostra magnifica iniziativa, a ROMA vi avrebbero detto, SETE ER MEIO, avanti così, BRAVI