Ma quando il PD si sveglia?

Ho letto che Luca Saibene mi avrebbe denunciato per "diffamazione aggravata" (oooooh, addirittura!!!!) per la mia letterina di Natale riguardante il suo esposto all'ANAC (letterina che potete ritrovare qui:http://www.ilorenzo.it/…/caro-luca-la-tua-ambizione-ha-sup…/)

L'incapacità politica conclamata nei risultati elettorali si traduce in un eccesso di iracondia che si tramuta nell'unico modo possibile per lui di dialogare: attraverso esposti, denunce, procure, avvocati.
Se è vero che l'Italia è il paese con più avvocati in Europa, Luca alimenta il sistema domanda-offerta. 
D'altronde, e lui lo sa bene, la pagnotta bisogna pur portarla a casa.
Mi spiegherà un giorno dove ravvisa la diffamazione...mah...
Confermo comunque la diagnosi: "la sua ambizione supera di gran lunga il suo talento." Un giorno se ne farà una ragione.

La mia riflessione, lasciato il povero Saibene alle sue faccende penombrose, si spinge però verso chi dirige i partiti a livello locale e, soprattutto, provinciale.
Se esiste qualcuno che batta un colpo.
Il PD che è il primo partito italiano e il primo partito a Uboldo (alle Europee ha superato di gran lunga il 30%) è rappresentato a livello locale da una dirigenza che ha perso sistematicamente tutte le ultime elezioni e che evidentemente non riesce neanche a controllare il suo rappresentante perdente in Consiglio Comunale.
Se esiste qualcuno che conta qualcosa dica se è normale che nel 2016 un rappresentante politico utilizzi sistematicamente l'arma della magistratura per il confronto politico e che minacci querele per chiunque osi criticarlo. Oltretutto su fatti fondati. 
Fategli sapere ai vostri amici che il Muro è caduto nel 1989 e noi, comunque, eravamo dalla parte giusta...quella della libertà di espressione.

Ma l'immagine che vuole dare il PD è questa?
Il PD regionale, quello che vuole scalzare Maroni, è questo?
Il PD provinciale è questo?
Il PD saronnese è questo?
Non è l'immagina fresca, vincente, nuova, innovativa di Renzi?
E' l'immagine stantia, vecchia, triste, perdente che abbiamo davanti agli occhi? 
E' questo il PD? 
Spero che non usino la "foglia di fico" del fatto che il candidato sindaco era di SEL perchè alle Europee (lo stesso giorno delle elezioni locali) l'area di estrema sinistra "cubò" neanche il 4% a confronto del 32,8% del PD. E quindi quella coalizione passò dal 36% potenziale al misero 13,37%. Un risultato ridicolo.

Mi spaventa assai questo "vuoto" che conferma una bellissima notizia: i partiti sono morti. Morti e sepolti. 
Che anche il PD, come fu il PDL e come è ora Forza Italia, sia una scatola vuota?
Lorenzo