Insieme, più forti!

Ieri pomeriggio ci siamo ritrovati con i Sindaci di Caronno, Origgio e Gerenzano per iniziare a discutere di un possibile progetto di rete per la questione migranti.
Ringrazio di cuore questi Amministratori che hanno accettato il mio invito che voleva aprire un tavolo su un tema che toccherà, presto o tardi, i nostri paesi.


Tutti abbiamo condiviso due capisaldi da cui partiamo: 
1) stare insieme, fare rete, ci rende più forti e ci fa lavorare meglio 
2) vogliamo provare a "prendere il toro per le corna", ovvero preferiamo non subire quello che verrà calato dall'alto ma provare a gestirlo. 
Gestire significa anche avere il controllo della situazione e magari decidere anche su cosa indirizzare il nostro impegno.
Il "fare rete" ora ci porterà a un percorso sul quale vi terremo aggiornati.

Quanto a Saronno e Fagioli.
Avrei glissato volentieri e avrei coperto il sindaco di Saronno con un banale "non è venuto". Ho letto invece sui giornali che Fagioli si è dato da fare per far sapere la sua opinione.
Bene, allora dirò anche io la mia.
Alessandro ha prima confermato poi disdetto la sua presenza addossando la colpa a una mia frase vista come un atto di lesa maestà nei confronti della Lega.

Dunque, posto che non faccio politica da 6 mesi e credo che anche i muri sappiano cosa penso io della Lega e di Salvini (rammento che a Uboldo, Provincia di Varese, la Lega non entra in Consiglio da 15 anni e che è stata ripetutamente asfaltata dal sottoscritto e il suo gruppo politico) mi sono permesso di ricordare a Fagioli che il mio invito era rivolto non al militante, ma al Sindaco.
Le due cose sono profondamente diverse.
Semplicemente, a differenza sua, chi c'era seduto al tavolo ieri ha compreso che si può essere leghisti, fascisti, grillini, comunisti, civici, ma il bisogno è bisogno. Qui, in prima linea, ci siamo noi non Salvini, Grillo, Renzi, Berlusconi e via discorrendo.

Si sarà capito benissimo che il nostro progetto, appunto, non è quello di "alzare bandiera bianca" ma, al contrario, la nostra volontà è quella di gestire e controllare il fenomeno.
In parole povere: noi facciamo gli Amministratori.

Accetto comunque il punto di vista di Fagioli: in Giappone esiste ancora qualche reduce che non si è ancora arreso.
Il 14 luglio 1789, mentre i francesi prendevano la Bastiglia, Luigi XVI scriveva sul suo diario personale "rien", non è successo nulla.
Sappiamo tutti com'è andata a finire.
Gli auguro buona fortuna.
Lorenzo

Scrivi commento

Commenti: 0