Consuntivo 2017

Uso la piccola Agnese nata nel 2017 e la sua nonna Loredana per dirvi che l'altra sera abbiamo approvato il consuntivo del 2017 e che anche per Agnese abbiamo lavorato, per dare a lei un futuro e a tutti i suoi coetanei.

Il Consiglio Comunale del consuntivo serve per fare un po' sintesi dell'anno passato, sintesi che provo a rifare qui di seguito per gli uboldesi.

 

1) Casa dei Talenti: progetto partito e inaugurato poche settimane fa. Ora toccherà a Fabrizio e Uboldo Arte essere motori di questo progetto in cui crediamo molto.

 

2) Urbanistica: il 2017 è stato l'anno di lavoro sul PGT e la ex Lazzaroni che purtroppo è un po' rallentata per la burocrazia regionale. C'è anche il file Urban Park aperto e sul quale stiamo lavorando.

 

3) Parco dei Mughetti: abbiamo accolto Gerenzano e abbiamo bloccato a parco il 40% del nostro territorio, pari a 584.000 mq.

 

4) Abbiamo tolto la recinzione del Parco Comunale "Falcone e Borsellino" e ha ragione il consigliere Saibene che dobbiamo accelerare sulla videosorveglianza. Ci stiamo lavorando ma l'idea pare gradita da parte degli uboldesi.

 

5) Abbiamo estinto tutti i mutui e rimane solo il debito che passerà ad ATO. Per il resto siamo a zero. Partivamo da meno 8 milioni di euro.

 

6) Abbiamo riformato i Servizi Sociali con una riforma del welfare importante che ha consentito risparmi importanti, risparmi che si sono tramutati in benefici alla comunità. Per esempio 100.000 euro possono essere messi a disposizione della mensa scolastica tenendo il costo del pasto a 4,10 euro e praticando sconti per il terzo figlio. Andate a vedere dove trovate un altro Comune così...

 

7) Abbiamo unito la Polizia Locale a quella di Origgio e a breve vi aggiornerò ancora sulla "questione Caronno". Credo solo che il sindaco Giudici sia stato un filo imprudente nelle sue dichiarazioni fatte in Consiglio Comunale.

 

Questo è stato il 2017 oltre alle manutenzioni ordinarie, alla quotidianità che avete sotto gli occhi tutti i giorni.

Agnese e i suoi amici possono stare sereni.

 

Namastè.

Lorenzo