Sarò Greve (...come Mourinho)/17 - Un bel tacere...

Leggo questa mattina che un certo Gianni Lucchina, direttore di Confesercenti Varese, "tuona" contro la realizzazione "di un ennesimo centro commerciale nell'area ex-Lazzaroni". 

Mi toccherà esser greve.

Posto che non ho il piacere di conoscere questo signore (non che io senta la mancanza, per carità...) e posto che non so nemmeno chi sia, denoto che anche lui, come in precedenza un amministratore a noi contermine, ha qualche problema di lettura e comprensione del testo. Questo signore parla di qualcosa che non esiste.

In questo momento Uboldo e la sua Amministrazione stanno redigendo un PGT ed è nella libertà di questa Amministrazione fare le scelte che provengono da un mandato avuto dagli elettori.

Non esistono ad oggi dei progetti, non esiste nemmeno sulla carta l'ipotesi di un centro commerciale. Ma di cosa parla il sor Lucchina?

 

leggi di più 6 Commenti

GRAZIE, SANTO PADRE

leggi di più 0 Commenti

Consiglio Comunale, giovedì 28 febbraio

Domani, alle 21.00 in Aula Polifunzionale, ci sarà il Consiglio Comunale. Un Consiglio molto importante perchè tratteremo la questione Centro Sportivo e la convenzione che aprirà quindi la strada del bando per l'affidamento.

Tornerò su questo argomento nei prossimi giorni, illustrandovi il bando e le priorità che ci siamo dati.

Di seguito trovate l'ordine del giorno.

Lorenzo

 

leggi di più 1 Commenti

"Quel cielo di Lombardia..."

"...così bello quand'è bello, così splendido, così in pace..."

La vittoria ha molti padri. La sconfitta no. E vedere Ambrosoli da solo, con molte sedie vuote attorno durante la sua conferenza stampa stasera, mi faceva pensare proprio a questo. Il PD, tutto il PD lombardo con SEL e compagnia cantante sarebbe stato su quelle sedie stasera se il risultato elettorale lombardo avesse sorriso.

E invece no, il popolo lombardo ha fatto sentire la sua voce.

Diciotto anni di governo, diciotto anni di buon governo non sono stati dimenticati, non sono stati messi all'angolo e Roberto Maroni è diventato il nuovo governatore della Regione Lombardia.

Nonostante tutto quello che è successo, nonostante tutto il fango gettato dalle magistrature, dai giornali, dai finti scandali, dagli arresti fatti "per sentire comune".

leggi di più 5 Commenti

Pensierini elettorali

Correva il lontano 2006. Io e il mio amico Ercole dicevamo ai partiti: "Guardate che è finita" e parlavamo di Uboldo al Centro.

Ci prendevano per pazzi. Ci dicevano che gli uboldesi votano il "simbolo", scambiando i cittadini per pecore mansuete. 

Poi arrivò il 2007, le "prove generali", ma non bastò ancora. Nell'inverno 2009 io e il mio amico Ercole continuavamo a dire le stesse cose. Ma non ci credettero. E così arrivò il giugno 2009 e i partiti "andarono a casa" a Uboldo. 

Oggi quello che è accaduto nel 2007 e nel 2009 si è ripetuto a livello nazionale. La rivoluzione è iniziata e gli italiani, popolo comodo, l'ha fatta senza forconi ma con una matita in mano.

Mi sembra un film già visto...

leggi di più 7 Commenti

LA FORZA DEI RISULTATI

Come molti di voi hanno notato, mi sono astenuto volontariamente da fare campagna elettorale: anche a me questo tipo di politica mi ha stufato e mi sta disgustando.

Ma dobbiamo fare i conti con la realtà, quindi:

  • domenica e lunedì dobbiamo andare a votare perchè è un diritto ma soprattutto un dovere civico.
  • nel voto regionale (scheda verde) ricordiamoci di esprimere la preferenza.
  • rendiamo utile questo voto regionale dando fiducia a chi in questi anni non ha mai fatto mancare la propria attenzione per la nostra comunità.
leggi di più 0 Commenti

Continuiamo il confronto

Anche il nostro vicesindaco, Marco Mazzuccato, prosegue nella riflessione e nel dibattito scaturito in questi giorni.

Il confronto è sempre qualcosa che ci fa crescere e che ci fa maturare, soprattutto in questi momenti di decisione delle strategie del futuro per la nostra comunità.

Spiace constatare che ai 3 (tre!) incontri pubblici siano mancati completamente i rappresentanti della minoranza eccetto i consiglieri Renoldi e Clerici. 

Voglio qui ricordare che nessuno (e ribadisco, NESSUNO) ha un primato morale quindi chi si è astenuto dal dibattito fino ad oggi e ha brillato per la sua assenza non pretenda, in un secondo tempo, di essere ascoltato per chissà quali motivi. 

Se per qualcuno esistono cittadini di serie A e cittadini di serie B sappia fin da ora che per Uboldo al Centro non è così.

Lorenzo 

leggi di più 3 Commenti

Quando si dice COERENZA

Mi è arrivato questo commento al post precedente sulla mia risposta al Sindaco di Saronno:

 

Gli amici di Saronno, perchè non dicono che da Marzo l'Esselunga di Saronno si amplierà e costruiranno un parcheggio di 2 piani interrati consumando uno dei pochi pezzi di verde che hanno a confine!!!! FURBETTI

Tex

 

Lo pongo alla vostra attenzione perchè anche a me è arrivata in questi due giorni la stessa notizia.

Se così fosse mi piace condividere con voi le seguenti riflessioni:

1) Perchè quello che vale per Saronno non può valere per Uboldo?

2) Le aree dismesse di Saronno vi farò sapere presto se nel loro PGT siano tutte destinate ad essere recuperate a verde;

3) Perchè il Sindaco di Uboldo dovrebbe dire di no alla possibilità di centinaia di posti di lavoro, possibili investimenti in opere sul mio territorio? Non mi risulta che tra Uboldo e Saronno ci siano le Colonne d'Ercole nè tanto meno che dopo il cartello Uboldo ci siano campi coltivati o mucche e cavalli che pascolano indisturbati in un bellissimo prato verde e incontaminato...

4) Quale giunta saronnese approvò l'Esselunga prima (dove c'era in effetti un campo verde) e il complesso Conbipel poi chiudendo l'accesso con Uboldo? Voi direte: quel cattivone di Pierluigi Gilli. Invece no, miei cari. Si tratta proprio dell'ultima giunta di centrosinistra di Saronno negli anni 90. E sapete chi c'era in Consiglio Comunale allora proprio tra i banchi di quella Giunta?

Ve lo dico la prossima volta...

Lorenzo

leggi di più 2 Commenti

I criteri per una scelta/4 - Imprese e Lavoro

Parliamo oggi di imprese e lavoro, tema che cade ad hoc soprattutto visto il dibattito aperto in questi giorni anche nella nostra comunità.

Partendo dal ruolo delle imprese e in prospettiva del voto di domenica e lunedì servirebbe partire dal riconoscimento urbi et orbi della bellezza e della qualità del Made in Italy. Ma per tornare a crescere occorre che le nostre imprese si aprano anche all'internazionalizzazione e puntino in modo più deciso e convinto all'innovazione tecnologica per rafforzare la produttività e la capacità di innovazione. Su questi due capisaldi, anche chi andrà a governare la nostra Regione, dovrà incentivare politiche attive e di reale sostegno a questi due argomenti così importanti per la sopravvivenza futura in particolar modo delle nostre PMI.

 

leggi di più 1 Commenti

Al Sindaco di Saronno rispondo che...

Leggo su diversi siti (e quindi nelle prossime ore lo avremo anche sulla carta stampata) che il Sindaco di Saronno stamane ha rilasciato qualche dichiarazione sul futuro dell'area ex-Lazzaroni.

Rimango alquanto stupito e perplesso.

Stupito perchè un amministratore esperto e navigato come il Dott. Luciano Porro dovrebbe saper distinguere tra "fare il PGT" e "fare un centro commerciale". Nessuno, per ora, ha parlato di centri commerciali nè esistono progetti e quindi non capisco come il Sindaco di Saronno possa parlarne. Se lui sapesse cosa vuol dire "fare il PGT" saprebbe benissimo che quello che abbiamo fatto è l'elaborazione delle strategie. Strategie che tra l'altro erano già scritte in una delibera di giunta di parecchi mesi fa. Dire che una zona ha vocazione commerciale nel PGT significa dare tante possibilità, non necessariamente la realizzazione di un centro commerciale.

leggi di più 10 Commenti

I criteri per una scelta/3 - La Scuola

Proseguiamo nella riflessione iniziata sui criteri per una scelta e passiamo a un altro tema che ci sta particolarmente a cuore: la scuola dove vengono educati i nostri figli, il nostro futuro. 

Se la prima istituzione di educazione è la famiglia, va da sè che la seconda istituzione privilegiata sia la scuola, luogo dove i nostri figli passano la maggior parte del loro tempo.

I principi base devono essere la libertà e la responsabilità. Sono queste le due direttrici sulle quali deve muoversi una politica che investa davvero nell'istruzione e nella scuola e sono i due principi che devono guidare l'educazione affinchè chi oggi frequenta la scuola possa diventare una persona libera e un cittadino responsabile e consapevole.

leggi di più 0 Commenti

Il nostro futuro passa da noi

Qualche pensiero in vista delle prossime elezioni.

Mi auguro che questo popolo si ricordi che la Lombardia è la locomotiva d'Italia.

Mi auguro che 18 anni di buon governo che hanno portato la Lombardia ad essere una vera e propria eccellenza europea e mondiale nella sanità non vengano gettati al vento.

Mi auguro che il popolo lombardo riconosca quanto è stato importante tutelare il diritto alla vita (il fondo Nasko), la dignità del lavoro (la Dote Lavoro), la libertà di scelta nell'educazione (il Buono Scuola), l'impulso nella modernizzazione delle infrastrutture (ospedali, strade, autostrade...).

 

leggi di più 0 Commenti

LA NOTTE GIALLA - 16/17 MARZO 2013

leggi di più 0 Commenti

La Settimana della FAMIGLIA

Ne abbiamo parlato qualche giorno fa e ora sono qui a presentarvi la Settimana della Famiglia, organizzata dall'Assessorato ai Servizi Sociali, che vivremo con due appuntamenti molto importanti settimana prossima ai quali consiglio particolarmente ai genitori di non mancare.

Giovedì 21 febbraio alle 21.00 in Aula Polifunzionale presenteremo il "Patto Educativo: sostegno e stimolo alle funzioni paterna e materna". Una tavola rotonda con la presenza della Dott.ssa Clara Mondin, dirigente dell'Istituto Comprensivo "A. Manzoni", Amerigo Turchetto, rappresentante associazioni sportive uboldesi, Don Angelo Beccalli, vicario parrocchiale e responsabile dell'Oratorio San Pio e Gabriella Ferrario che rappresenterà le famiglie uboldesi. Al termine dell'incontro ci sarà la firma del Patto Educativo.  

leggi di più 0 Commenti

La croce di Ratzinger

Ieri mattina su "La Repubblica" è apparso un articolo molto interessante sulla notizia di questi giorni delle dimissioni del Santo Padre e il suo ritiro a una vita di preghiera.

Come promesso fin da lunedì, seguiremo da vicino anche da questo sito questo passaggio storico ed epocale che noi stiamo vivendo da dentro e che un giorno racconteremo ai nostri figli.

Ripropongo quindi questo articolo (che non è di un commentatore improvvisato...) nella giornata del nostro Carnevale Ambrosiano che ci introduce nella Quaresima che oltre ad essere la preparazione della Santa Pasqua, festa centrale del cristianesimo nell'anno liturgico, ci vedrà anche vivere il Conclave più imprevisto della storia che eleggerà il nuovo Papa.

Lorenzo

leggi di più 0 Commenti

L'Uboldo che verrà

Parliamo oggi della presentazione dell'altra sera del nostro futuro PGT. L'Uboldo che verrà, l'Uboldo del domani.

Con le strategie delineate e presentate alla cittadinanza si apre ora la fase finale, più di "cesello", del nostro PGT.

Le traiettorie su cui ci siamo mossi sono quelle dell'innovatività, riconosciuta anche dagli enti superiori con il sistema dei bandi per la costruzione di zone residenziali nuove che vadano a concorrere alla costruzione della città pubblica, ma soprattutto di una centralità della persona, dell'iniziativa dei cittadini, il cercare di dare un impulso ancora più energico alla creatività e al protagonismo di chi fa vivere questa nostra comunità che poi siete voi. Mescolato a una collaborazione tra pubblico e privato che in futuro, soprattutto per i Comuni, sarà sempre più necessaria. Cercherò di andare per punti, in modo da cercare di essere il più schematico possibile tenendo conto che la drammatica situazione di partenza da cui abbiamo iniziato era quello di lavorare a uno strumento che rimpiazzasse il fallimentare PGT vigente che non ha realizzato praticamente nulla.  

leggi di più 8 Commenti

La Lombardia in testa

Cari amici, in attesa di seguire gli sviluppi della notizia di ieri delle dimissioni del Santo Padre, torniamo alle nostre "cose piccole".

Vi propongo questa bella lettera scritta a Tempi dal candidato alla presidenza della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che parla della Lombardia "che ha in testa" e che, con molta probabilità, abbiamo in testa anche noi. Una Lombardia che non si sostituisca al protagonismo delle persone, una Lombardia che sia al servizio delle persone e non al posto delle persone.

Come ben sapete, non sono un leghista ma ho sempre apprezzato tanto il lavoro di Roberto Maroni come Ministro dell'Interno e devo dire che tra i candidati alla presidenza della Regione credo che Maroni sia il più serio, affidabile e credibile pretendente che si presenterà alle prossime elezioni, soprattutto per continuare quel percorso di eccellenza iniziato nel 1995 e proseguito fino a oggi che non possiamo permettere sia gettato alle ortiche.

Mi permetto fin da ora di rammentare a tutti che per le elezioni regionali si potrà esprimere una preferenza per un candidato al Consiglio Regionale. Credo che a Uboldo abbiamo visto da vicino quello che una "politica a chilometro zero" può generare e la nostra stessa comunità ha fruito, e non di poco, di questa capacità di dialogare con chi ha dimostrato di avere a cuore il territorio (in particolare Uboldo) e che credo meriti rinnovata fiducia.

Insomma il nostro candidato ideale C!

Lorenzo

leggi di più 1 Commenti

Non una fuga, ma un gesto di grande libertà

Vivo queste ore, come tanti altri cristiani, con una profonda tristezza nel cuore data dall'annuncio di questa mattina di Papa Benedetto XVI e dall'altra con grande serenità e ammirazione per questo gesto storico, epocale e così libero del nostro grande Santo Padre.

Se da una parte sembra quasi manchi l'aria per quanto è soffocante la rinuncia della "Pietra" Benedetto XVI, dall'altra sono veramente ammirato da questo gesto che esprime un amore davvero smisurato per la Chiesa e i suoi fedeli: arrivare a rinunciare a tutto per amore della Chiesa. Che enormità. Quale sentimento grande è questo. Quasi incontenibile. Solo chi è davvero libero, come Benedetto XVI lo è sempre stato, può arrivare a tanto. Solo chi si affida completamente a Cristo può davvero avere così tanta fede da lasciare il magistero petrino, un ruolo che attraversa la storia da duemila anni e che ha resistito a tutto perchè non fatto da mani d'uomo ma da un Altro.  

 

leggi di più 6 Commenti

"Tu sei Pietro..."

leggi di più 0 Commenti

Martedì 12 febbraio le scelte del PGT

Martedì 12 febbraio alle ore 21.00 in Aula Polifunzionale ultimo incontro del percorso pubblico per il PGT e la VAS. Durante questa serata sveleremo le decisioni strategiche prese nel PGT da parte della nostra Amministrazione e quindi la parola passerà ai cittadini per un dialogo e un confronto.

Ci saranno, con l'Assessore all'Urbanistica Angelo Leva, tutti i tecnici che hanno elaborato insieme a noi il PGT e la VAS e sarà un momento davvero importante per la nostra comunità.

Possiamo quindi dire che con questo passaggio il lavoro "politico" è concluso ed entreremo quindi dentro agli assurdi tempi della burocrazia italiana che faranno in modo di avere il PGT in opera a tutti gli effetti solo tra 6 mesi.

leggi di più 0 Commenti

10 Febbraio: il Giorno del Ricordo

leggi di più 0 Commenti

Nota sui tabelloni elettorali

Più di un cittadino mi ha chiesto come mai ci sono in giro tutti quei tabelloni elettorali. Risposta: siamo stati obbligati

La "liturgia" delle elezioni in Italia, che è veramente una roba del secolo scorso, è ancora ferma e mai aggiornata, pertanto essendo le prime elezioni per le quali Uboldo verrà conteggiato come paese sopra i 10.000 abitanti abbiamo dovuto acquistare più tabelloni elettorali.

leggi di più 3 Commenti

I 20 punti di Grillo

In assenza di altri, almeno un candidato ci ha fornito un programma e delle proposte. E quindi lo commentiamo.

Ho letto i 20 punti programmatici di Grillo e del suo M5S. Per avere il mio voto e quello del mio amico Ago ci aveva già convinto il suo "bisogna mandarli a casa tutti" anche se per l'M5S sarà importante il 26 febbraio. Ora è fin troppo facile contro quei quattro politicanti con cui si sta misurando. Ma dal 26 febbraio i "portavoce" di Grillo dovranno misurarsi con le regole, regoline, regolette della nostra povera Italia, dovranno scontrarsi con iter di 600 giorni per fare una legge con doppia lettura in due Camere perfettamente uguali. Dovranno scontrarsi con una Pubblica Amministrazione completamente inadeguata a partire dalla Costituzione. E quindi, lo scrivo oggi e ci vediamo tra due anni quando rivoteremo, scommetto che Grillo e l'M5S nel 2015 diranno (anzi urleranno) che bisogna cambiare la Costituzione. Esattamente quello che oggi dice Berlusconi.  

leggi di più 4 Commenti

Grasso che NON cola

Sono rimasto stucchevolmente deluso ieri sera sentir rispondere il  procuratore in aspettativa e candidato PD Piero Grasso incalzato sulla proposta di "restituzione dell'IMU" snocciolare articoli del codice penale per una (da lui) presunta infrazione alle regole da parte di Berlusconi. 

Questa oggi è la politica del PD e del centrosinistra italiano. Un modo di far politica squallido e deprimente. Alla politica si dovrebbe rispondere con la politica, non con gli articoli del codice penale.

Grasso, quasi come una persecuzione, me lo ritrovo oggi sul quotidiano "Italia Oggi" dove in un virgolettato da un convegno di ieri gli vengono attribuite queste parole riguardo alle norme anti-corruzione: "Solamente i corrotti e i corruttori non vogliono queste norme." 

leggi di più 7 Commenti

I criteri per una scelta/2 - La Famiglia

Se il primo principio col quale valutiamo le proposte politiche in vista delle prossime elezioni è quel desiderio naturale dell'uomo insito in lui che lo fa tendere al bene comune e alla socialità, parliamo oggi del primo centro di socialità per qualsiasi individuo: la famiglia.

Famiglia che, proprio in questo momento storico, è messa pesantemente sotto attacco da proposte culturali e politiche che davvero ne minano l'importanza alle fondamenta. E dire che proprio da qui si inizia a formare il futuro di ogni società.  

leggi di più 13 Commenti

I criteri per una scelta/1

Per nostra grande fortuna tra pochi giorni finirà la campagna elettorale e finalmente non dovremo più sorbirci promesse mirabolanti e insopportabili sondaggi elettorali.

Personalmente mi piacerebbe in questo spazio provare a ragionare insieme a voi sui criteri che dovrebbero orientarci a un voto consapevole, a un voto indirizzato alla costruzione di un'Italia e una Lombardia migliore.

Questo esercizio vuole innanzitutto essere un esercizio di serietà che parte da un presupposto: è finita l'epoca delle promesse e delle proposte che non hanno sostenibilità, perchè così forse si vincono le elezioni ma si manda "a gambe all'aria" l'Italia.

leggi di più 2 Commenti