Messaggio Inaugurale del Sindaco al Consiglio Comunale

"Siamo tutti strumenti imperfetti della Provvidenza, la quale si serve di noi per realizzare grandi progetti. Tale convinzione ci obbliga ad una estrema modestia, ma ci infonde anche la dose di fiducia necessaria per portare a termine il compito affidatoci."[1]

Con queste parole di Robert Schuman, padre fondatore della Comunità Europea, mi piace inaugurare questa terza avventura da Sindaco di Uboldo insieme agli amici di Uboldo al Centro, di nuovo scelti dai nostri concittadini a guidare il paese nelle elezioni di domenica 25 maggio.

Saluto i Consiglieri Comunali, il Segretario Comunale, i rappresentanti delle associazioni uboldesi e tutti voi che questa sera avete accettato l'invito ad assistere a questo primo consiglio comunale.

Sono ben consapevole di quello che molti di voi si aspettano questa sera dal sottoscritto.

Lo so in forza delle tante parole ascoltate in questa settimana che ci ha separato dal momento del voto dove, oltre agli attestati di stima e di congratulazione, sono prevalsi anche sentimenti di disagio e finanche di disgusto per tanti tristi episodi a cui abbiamo dovuto assistere nella recente "campagna elettorale".  Quanti tra di voi mi hanno detto: "adesso togliti qualche sassolino dalla scarpa".

Stasera invece di tutto questo non parlerò. Non parlerò di ciò che ho sentito su di me e sul mio conto, sui miei candidati, sulla mia squadra di Uboldo al Centro o, e questo permettetemelo di dirlo con un po' di amaro in bocca, sui miei amici personali che nulla avevano a che vedere con queste elezioni.  Non parlerò delle dicerie completamente inventate, delle chiacchiere sfociate spesso in pettegolezzo o delazione, non parlerò di chi a corto evidentemente di argomenti ha ben pensato di commentare e porre all'attenzione dell'elettorato anche la mia vita privata e affettiva, della quale il mio rammarico non è il poco rispetto avuto nei miei confronti, quanto per chi comunque ne è direttamente coinvolto. Non parlerò di tutto questo.

Vorrei parlarvi invece questa sera delle cose belle, vorrei parlarvi dell'amore.

L'amore che mi ha portato fin qui, l'affetto che io e la mia squadra abbiamo sentito dimostrato nei nostri confronti durante la campagna elettorale dalla nostra gente, la commozione sincera di qualche presidente di associazione nei giorni che precedevano le elezioni quando siamo passati a salutare semplicemente per ringraziare di quei meravigliosi cinque anni vissuti insieme, vorrei raccontarvi della stima e degli abbracci che abbiamo ricevuto ai seggi domenica scorsa che ci dicevano una cosa: qualsiasi fosse stato il risultato elettorale, i nostri concittadini avevano riconosciuto in noi UOMINI e DONNE interessati alla nostra comunità, innamorati di questo paese e del suo popolo.

Voglio dirvi e rammentarvi che il Consiglio Comunale E' la MASSIMA ESPRESSIONE della società civile, della nostra comunità, che ci guarda, minoranza e maggioranza, con la voglia e il desiderio di essere rappresentati al meglio.

 

Per questo motivo il mio primo augurio, che rivolgo innanzitutto a coloro che questa sera siedono qui e lo faranno per i prossimi cinque anni, è che questo luogo, questi tavoli, queste ore che spenderemo insieme vengano utilizzate per il bene del nostro paese, affinchè il Consiglio Comunale torni a essere la casa naturale della politica, parola spesso fin troppo bistrattata ma che resta una delle "forme più alte di carità."[2] Chi questa sera è seduto qui non lo deve a un capriccio o a un calcolo. Tutti voi siete stati scelti dai nostri cittadini e a loro, e solo a loro, dovremo rispondere del nostro impegno. Lavoriamo per unire, nel rispetto ciascuno dei ruoli, certi che comunque quello che ci divide è solo il pensiero politico, un’idea di società diversa, non la stima che tra di noi non deve mai mancare. Impegniamoci tutti a unire, sanando così delle fratture sterili all’interno della nostra comunità. Questo sia il nostro impegno più grande.

Da questi banchi non dobbiamo avere il timore di alimentare per la nostra comunità il DESIDERIO, che è come la scintilla con cui si accende il motore. Tutte le mosse umane nascono da questo fenomeno, da questo dinamismo costitutivo dell’uomo. Il desiderio accende il motore dell’uomo. E allora si mette a cercare il lavoro, a cercare la donna, si mette a cercare una poltrona più comoda e un alloggio più decente, si interessa a come mai taluni hanno e altri non hanno, si interessa come mai certi sono trattati in un modo e lui no, proprio in forza dell’ingrandirsi, del dilatarsi, del maturarsi di questi stimoli che ha dentro e che possiamo chiamare globalmente “cuore”.[3]

 

Il secondo augurio che voglio fare è a questo popolo, a questa comunità che ci viene affidata e che siamo chiamati tutti a servire con il massimo impegno, la massima dedizione e passione possibile. Tutti questi "ingredienti" non vengono solo chiesti al Sindaco, ma anche agli Assessori, ai Delegati, ai Consiglieri Comunali di maggioranza e anche a quelli di minoranza. 

 

Stare seduti qui non è frutto di giochi di potere, perchè il potere rende l'uomo schiavo di chi, anche in maniera fortuita o casuale, esprime il momento culminante, ma passeggero ed effimero, del flusso storico. E per togliere ogni dubbio su questa affermazione comprendo anche me stesso che rinnovo qui davanti a voi il mio proposito già espresso all'inizio della campagna elettorale: questo sarà il mio ultimo mandato da sindaco e nel 2019 io non mi candiderò proprio perchè siamo strumenti nelle mani della Provvidenza e dobbiamo semplicemente obbedire al compito che ci viene chiesto di svolgere. E poi, permettetemi questo breve inciso, il motivo per cui chiuderò l’esperienza attiva con la politica locale è perchè di grandi ex, politicanti o pubblici dipendenti, che conservano e sbandierano a ogni scadenza elettorale la loro triste bandiera del loro triste potere ormai sbiadito negli anni ne abbiamo già una buona compagnia, così buona e così numerosa che non sento il bisogno di stringervi amicizia e di far crescere il numero. Preferisco i miei amici.

  

Tutti siamo chiamati a costruire una comunità migliore nella certezza che tutto parte dal cuore dell'uomo e lì vi ritorna. Come nel 2007 e nel 2009, ripeto quale sarà l'impegno di questa Amministrazione.

Anzi, vi dico prima quello che non sarà.

Il nostro impegno non saranno le asfaltature, i tombini, i marciapiedi, le grandi opere. Certo, arriveranno anche quelle, come sono arrivate nel recente passato. Il nostro impegno più importante sarà quello di non lasciare indietro nessuno di coloro che ci sono affidati. Le famiglie, i bambini, gli anziani, gli ammalati, le persone in particolare situazione di difficoltà delle quali magari la maggior parte ignora anche l'esistenza e che sono invece sempre al primo posto nel cuore e nella mente di chi guida questa comunità.

 

L'ultimo augurio lo faccio ai miei amici di Uboldo al Centro. Abbiamo una grande responsabilità: proseguire sulla strada iniziata nei cinque anni appena trascorsi e continuare a dare il meglio a Uboldo.

Lo dobbiamo per la fiducia che tanta gente ci ha riconosciuto, lo dobbiamo alle generazioni future a cui vogliamo lasciare un posto più bello dove vivere. Abbiamo promesso che "il meglio deve ancora venire" e ora questo "meglio" lo dobbiamo far arrivare. A tutti i costi. Mettendoci il nostro massimo impegno che però deve sempre avere una certezza di fondo: questa occasione ci è data in ragione di un mandato elettorale affidatoci dagli elettori, ma anche e soprattutto della Provvidenza che nonostante le nostre grandi imperfezioni ci darà una mano a servire al meglio questo popolo. Questa certezza ci infonda grande umiltà e modestia, ma allo stesso tempo ci dia la fiducia che quello che stiamo facendo non lo stiamo facendo per noi ma per portare a termine un compito che ci viene affidato, dimostrando così ancora una volta che la nostra speranza non è nella politica, che è solo uno strumento, il mezzo, "l'impegno imprescindibile"[4] per giungere al bene comune.

Dimostriamo l'amore che abbiamo per questo paese.

Dimostriamo che "omnia vincit amor", l'amore vince davvero sopra ogni cosa.

Facciamo recuperare a questa nostra comunità un po' di serenità, di amicizia, di armonia.

Solo in questo modo, davvero, il meglio arriverà.

Solo in questo modo dimostreremo ancora una volta che "al centro delle istituzioni per una volta ci sono persone che  vivono la politica come vivono la famiglia, il desiderio, la vita sociale, la fede".

E che Dio benedica sempre Uboldo e gli uboldesi.

Lorenzo Guzzetti

Sindaco di Uboldo

 



[1] Jean-Baptiste Nicolas Robert Schuman, 1886 - 1963, è stato un politico francese, ritenuto uno dei padri fondatori dell'Unione Europea.               

[2] Papa Paolo VI, nato Giovanni Battista Montini, Servo di Dio, 1897 - 1978, 262esimo Pontefice Massimo della Chiesa Cattolica dal 1963 al 1978.

[3] Don Luigi Giussani, 1922 - 2005,  è stato un sacerdote e teologo italiano, fondatore del movimento di Comunione e Liberazione

[4] Ivi nota 2

leggi di più 0 Commenti

GIUNTA e GIURAMENTO il 3 Giugno in Piazza S.G. Bosco alle 21.00

Il 28 maggio ho nominato la nuova Giunta.

Come annunciato in precedenza abbiamo "allargato" la squadra che, per ovvi motivi dovuti anche al risultato elettorale, abbiamo dovuto cambiare in qualche sua parte.

 

La Giunta è quindi composta da:

MARCO MAZZUCCATO, deleghe a Polizia Locale, Sicurezza, Protezione Civile, Scuola, Istruzione, Cultura

ERCOLE GALLI, deleghe a Politiche Sociali, Salute, Lavoro

CERIANI PAOLA ROSA, deleghe a Bilancio, Tributi, Ages S.r.l.

FORMAGGIO LOREDANA, deleghe a Famiglia, Sport, Tempo Libero, Anziani

PIZZI MATTEO, deleghe a Ambiente, Ecologia

 

A questi amici si aggiungono:

SONIA PETRACCA, delega al Commercio e Artigianato

GIULIO NICOLA ORLANDI, delega a Industria

ENRICO CHIEREGATO, delega a Lavori Pubblici e Innovazione

LUCA AZZARA', delega alle Politiche Giovanili

 

Infine MARTEDI' ALLE 21.00 in PIAZZA SAN GIOVANNI BOSCO ci sarà il Consiglio Comunale del Giuramento e quindi l'Amministrazione Comunale sarà a pieni poteri in carica.

 

Lorenzo

 

leggi di più 0 Commenti

Questa lunga storia d'Amore

Sono le 2.58 di questa lunga giornata che mi ha visto tornare ad essere il Vostro Sindaco.
Ho tanti sentimenti e tante emozioni nel cuore, difficili da raccontarvi. E' la terza volta che riusciamo a vincere, ma ogni volta è diversa.


La prima volta era l'incoscienza, la pazzia, la voglia un po' strana di un gruppo di amici che decideva di "metterci la faccia" per la comunità.
La seconda volta ammetto che c'era voglia, tanta voglia. Se avessi perso allora sarebbe stata dura, oggi riesco a dirmelo.
Oggi invece è stato diverso. Era come essere agli esami. Dovevate dirci se eravamo stati bravi o no, se vi avevamo convinto o no, se credavate possibile continuare in questo miracolo.
Ci avete detto di sì.

 

Sono felice. Ovvio.
Sono felice perchè, e mi limiterò solo a questo, è stata la campagna elettorale più brutta che ho vissuto. Ho sentito cattiverie assurde e false sul mio conto, su Ercole, su altri miei amici. Addirittura ad un certo punto sono arrivati a parlare di me, della mia vita privata, dei miei affetti, in quelle traiettorie intime che sono davvero protette e fragili e che sono state sacrificate per qualche voto in più. 
Ho letto sui social network delle cose che mi hanno ferito parecchio da persone che poi in questi giorni ai seggi hanno anche avuto il coraggio e la faccia tosta di guardarmi negli occhi.

 

Io davanti a tutto questo schifo che emergeva quotidianamente ho deciso, con i miei amici, di parlarvi di una cosa bella e rara come l'Amore.

L'amore per il nostro paese, l'amore per le nostre associazioni, l'amore per la nostra Uboldo. Abbiamo deciso di raccontarvi con quegli occhi luccicanti dei bambini quanto vorremmo consegnare, tra cinque anni, una Uboldo ancora più bella ai vostri figli. E abbiamo vinto.

 

Scrivo a quest'ora perchè ho voluto godermi da solo e con un po' di musica tutti i vostri messaggi a cui ho risposto uno ad uno. L'ho fatto perchè qui credo sia il secondo segreto di questo successo. Ogni messaggio, ogni volte, ogni parola, venivano da persone con cui c'è una storia, un affetto, uno sguardo, un abbraccio.
Una storia d'amore è così.

Nasce da dentro, cresce piano piano, esplode nella passione.
Questo è stato il rispondervi ai messaggi e scrivervi questo ringraziamento. Un gesto d'Amore. 

 

Perchè il Lorenzo che oggi vi risponde come Sindaco è lo stesso che veniva all'Oratorio, che cammina tra voi tutti i giorni, che non veste all'ultima moda, che lavora tutti i giorni come voi facendo fatica, che incontrate al bar, alle feste, che avete visto ridere e piangere. 

E' il Lorenzo che la sera finale di ogni festa deve portare la chitarra per cantare tutti insieme e che avete abbracciato, vicini o lontani, nei momenti difficili. E come per me tutti i miei amici.

Dentro a tutto questo c'è il primo segreto di questo successo, ovvero la prima raccomandazione della mia mamma: "tu saluta tutti, perchè devi essere gentile con la gente."
Ecco, noi non salutiamo ai seggi prima del voto, un mese prima delle elezioni, in campagna elettorale. Noi siamo sempre così. Con la nostra gente non c'è la caccia al voto, ma un saluto che sa di una storia. Una storia vera.

 

Infine, molti di voi mi hanno scritto che nell'ultimo mese mi hanno visto "cambiato". Ecco, anche questo è probabilmente il risultato dell'amore. Anzi, ne sono certo.
L'amore che mi ha salvato, protetto, entusiasmato, in questi giorni così difficili.
L'amore che è stato rifugio nei momenti più difficili di questa campagna elettorale anche perchè, quando sei il candidato sindaco, mica puoi mollare.


Vi chiedo davvero di starci vicino perchè abbiamo bisogno di tutti voi e io, lo prometto, cercherò di ascoltare ancora una volta i miei amici: il fioretto mi piacerebbe continuarlo se ha dato questi risultati.

Una storia d'amore è così. Una lunga storia d'amore è quella che lega noi a Uboldo ma soprattutto a questo popolo, alla nostra gente che ci è stata affidata.

 

Augurandoci sempre che Dio ci benedica.
Lorenzo

leggi di più 7 Commenti

Più di... - GRAZIE A TUTTI

Più di vincere le elezioni

Più di mia nonna il 9 giugno 2009 che non ci credeva che "ul mè neu l'è sindic"

Più di mio papà che chissà cosa gli passa per la testa certe volte

Più di Gabriele, Chiara, Rebecca (2007), Giacomo (2010) e...Aurora (2014) che è meglio che non mi candido più altrimenti arriviamo a tanti nipoti quanti una squadra di calcio

Più dei miei zii e la loro ansia per il nipotino "perchè sei sempre il più piccolino"...a trent'anni...

Più del don che ancora mi dice "se fosse stata qua tua mamma ti avrebbe detto taias i cavei"

Più di Ercole, il suo pandino e il suo quotidiano "Lo" al telefono

Più di Mazzu e il suo essere stato l'altra metà della mia persona in questi anni

Più di Enrico quando "gli pulsa la vena"

Più di Paola e la sua programmazione

Più di Angelo e le sue menate

Più di Teo e l'ambiente e le minoranze

Più di Marcone, Giulio, Loredana, Fabio con la loro fiducia, stima e amicizia vera sono stati compagni di viaggio unici

Più di Max che mi mancherà

Più di tutti i riultati ottenuti che ve li ho ripetuti così tante volte che siete stufi di ascoltarmi

Più di Luca, Ago, Isa, Miriam, Gisssss, Sonia e il loro aver accettato la sfida

Più del mio Segretario Comunale e il suo "Sindaco, quando parla di San Vittore specifichi sempre Olona"

Più dei dipendenti comunali che senza loro non avremmo potuto far nulla

Più di Pietro a cui non perdonerò mai il non essere stato di parola

Più di Claudio e Dario che sono diventati più che semplici collaboratori

Più di Roberto che solo l'essere Sindaco mi ha salvato da chissà quali insulti meritati

Più dei miei amici che mi hanno sopportato in questi anni e hanno sopportato il fatto di essere "gli amici di"

Più di Andre che quante volte ha dovuto masticare amaro per la sola colpa di essere mio amico

Più degli amici delle Associazioni con i quali abbiamo sempre parlato sapendo di venire dalla stessa esperienza e andare nella stessa direzione

Più di Piero, Michelangelo, Giansante, e tutte quelle persone eccezionali che non conoscevo e che mi porto via da questa esperienza

Più di Benny e il mio "ufficio" che tante volte è stato un rifugio vero e proprio

Più degli amici che ci hanno lasciato in questi anni: la mia nonna, Luca, Simo, Vale, Francesco, Giancarlo, Pietro

Più di tutte quelle cose che mi sono accadute in questi anni e che mi hanno cambiato la vita

Più di chi è entrato e uscito dalla mia vita e comunque l'ha resa migliore e più bella

Più di tutto questo che è stata VITA e che vale sempre la pena di viverla fino in fondo perchè non siamo attori ma funamboli

 

Più di tutto questo resta l'AMORE che mi avete dato, l'affetto, la stima, l'amicizia, gli abbracci, le strette di mano, i sorrisi, i momenti dove la vita ha picchiato duro, le soddisfazioni, le gioie.

Più di tutto questo resta un AMORE COSI' GRANDE che ho voluto alla mia gente, alle persone che mi sono state affidate e che ho provato a servire con i miei tanti limiti umani.

Più di tutto questo resta Uboldo, la nostra comunità, che è ciò che abbiamo di più caro.

 

Grazie a tutti. Uno a uno.

Grazie a tutti per questi cinque anni meravigliosi.

Lorenzo

leggi di più 0 Commenti

Cittadinanza Onoraria ad Angelo Pinciroli

Ieri sera in Consiglio Comunale abbiamo approvato tante cose: il rendiconto 2013, gli interventi che saranno fatti all'interno del Parco dei Mughetti, il DISTRETTO DEL COMMERCIO, il PGT che tra poco verrà pubblicato sul BURL e avrà a tutti gli effetti la sua efficacia.
Ma sono contento che l'ultima mia delibera sia stata il conferimento, su proposta del Corpo Musicale Santa Cecilia, della cittadinanza onoraria a questo signore qui: Angelo Pinciroli.
Sono contento perchè Angelo è una persona eccezionale, un musicista eclettico e unico, ma soprattutto per me è un amico fraterno. Abbiamo iniziato insieme a Uboldo: era il 4 novembre 1991. Io ero un bimbo di 9 anni. Lui il Maestro. Ne abbiamo fatta di strada insieme e per questo ci tenevo, con Marco, a essere noi a dargli la cittadinanza onoraria.
Ad Angelo sarò sempre grato perchè se oggi sono l'uomo che sono lo devo tanto anche a lui.
Lorenzo
leggi di più 0 Commenti

SERATA DI FINE MANDATO

Noi terminiamo la campagna elettorale senza comizi, senza grandi cose, senza riunioni, senza nulla. Solo CON VOI! E noi. Insieme. Per dirvi a tutti un grande GRAZIE per questi cinque anni meravigliosi che ci avete regalato. Ci saranno salamelle, panini, gelato. In un posto stupendo.

Vi aspettiamo VENERDì 23 MAGGIO al "Parco del Lazzaretto - Luca Ciccioni"  dalle 18.30 in poi anche solo per pochi minuti per scambiarci un abbraccio, un saluto e per potervi dire grazie di tutto!

Lorenzo  

leggi di più 0 Commenti

UN AMORE COSI' GRANDE

Cari uboldesi,

 

ho deciso di entrare nelle vostre case perché desidero condividere anche con voi qual è stata la scintilla che ha guidato i nostri cuori in questi cinque anni di amministrazione.

Per prima cosa sottolineo il plurale, il NOI, perché noi di UAC siamo veramente una squadra, un gruppo di donne e uomini che lavorano insieme, dei veri amici, ognuno con le sue capacità e i suoi limiti, i suoi pregi e i suoi difetti, attenti però in ogni gesto nel perseguire un obiettivo: il BENE COMUNE!

Il bene di tutti, e ribadisco orgogliosamente tutti, i Cittadini Uboldesi: penso alle Famiglie, ai più deboli come i diversamente abili, ai meno giovani, ai più giovani, ai disoccupati e agli sfrattati, alle Associazioni, agli Artigiani, ai Commercianti e agli Industriali e a tutte quelle realtà che compongono questa nostra eccezionale Comunità della quale siamo immensamente innamorati.


Tutti noi in un modo o nell’altro vivevamo già un impegno in diversi ambiti anche prima di iniziare questa bellissima avventura: chi in Oratorio, chi in Parrocchia, chi in associazioni di caritativa. Non abbiamo mai smesso di lavorare SUL territorio e CON i nostri amici delle associazioni.

Non desidero riportare un elenco di tutto quello che abbiamo fatto, ma anche Noi abbiamo dei desideri. Il primo è quello di finire di ristrutturare Palazzo Crivelli, vorremmo diventasse la sede di quelle istituzioni come la ProLoco e la Protezione Civile, come creare la “Ca di Giuin” (Casa dei Giovani) l'attuale Aula Polifunzionale, un polo dove i giovani possano trovarsi e coltivare i propri hobby ed interessi come la musica e l’arte.

E poi ciò che abbiamo di più caro "Casa Gemma".
Sappiamo che non sarà facile, ma vogliamo avere l’audacia di osare. In Casa Gemma avremo un luogo dove, tutte le associazione che hanno a che fare con il sociale potranno avere una dimora: la Sos, l’Avis, La Freccia, L’Arcobaleno, Quelli che con Luca e Tutto è Superabile, con un intero piano dedicato alla disabilità con un diurnato per under 14 non esistente sul Saronnese.
Casa Gemma sarà la Casa di Riposo, il diurnato o “Asilo per la Grande Età”, la sede dell’Associazioni Anziani e Pensionati e il “dopo di Noi”, cioè una residenza per tutti i nostri concittadini disabili rimasti soli senza una famiglia

Ci sarà spazio anche per il Poliambulatorio, dove auspichiamo che tutti i nostri Medici di famiglia possano collaborare.
Portando tutte queste realtà nella “Casa Gemma” si libereranno molti spazi all’interno del Plesso scolastico di Via Ceriani, spazi che verranno restituiti alla Scuola e alla Cultura.

Infine, mi preme ricordarvi i tanti temi toccati nelle nostre “Settimane”: la famiglia al lavoro , la salute, la casa, il territorio, il verde fino alla disabilità e le dipendenze da gioco e da droghe.

 

E perché “nessuno rimanesse indietro”, abbiamo aiutato chiunque si è trovato a fare i conti con la crisi economica attraverso interventi mirati, buoni spesa e borse lavoro.

 

Ci sarebbe molte altre cose da dire, ma oso chiedervi un’ultima cosa: prima di decidere a chi dare il voto ripensate a questi 5 anni, fatti di tante opere che resteranno nel tempo e di iniziative che hanno lasciato il segno nella nostra memoria.

Certo, ripensate anche a caratteri come il mio o come quello di Lorenzo che hanno a volte ecceduto e di questo, se qualcuno ne è ancora offeso, si è uomini fino in fondo anche chiedendo scusa.

 

Ma una cosa rimane e rimarrà sempre per questa nostra comunità: un AMORE COSI’ GRANDE.

 

ERCOLE GALLI 

leggi di più 2 Commenti

CONCILIAZIONE PER LE DONNE: idee al loro servizio

Molte donne ci hanno fermato in questi giorni o hanno scritto chiedendo un approfondimento del punto programmatico sulla "conciliazione delle donne".

Come spiegato anche nella serata di presentazione della nostra Squadra e del nostro Programma sono molti i fondi degli enti superiori (Provincia, Regione, Stato) messi a disposizione per queste politiche che vogliono consentire un miglioramento sensibile della vita alle donne che ogni giorno ricoprono il difficile ruolo di mamma, moglie, lavoratrice e pilastro della famiglia.

 

All'interno della definizione "conciliazione delle donne" significa, per esempio, pensare a un progetto "Tempi della Città", cercando così di uniformare in un sistema integrato di orari le scuole, le associazioni e tutte le agenzie educative che si occupano dei ragazzi.

 

Oppure, il tanto agognato "dopo scuola" all'interno delle nostre scuole, che a questo punto troverebbe un finanziamento vero e proprio.

 

C'è chi ha chiesto anche una "ludoteca", progetto più complesso ma che si potrebbe pensare in futuro da inserire in un progetto per il Centro Sportivo quando scadrà questa convenzione con Uboldese Calcio.

 

Insomma, tante idee per tanti progetti legati all'universo delle donne!

Lorenzo

leggi di più 0 Commenti

VILE ATTACCO! SOLIDARIETA' AL SINDACO

Nella notte tra il 13 e il 14 maggio u.s. sono stati diffusi in diverse zone del paese alcuni volantini dal chiaro carattere diffamatorio nei confronti del Sindaco, Lorenzo Guzzetti, firmati in maniera anonima da un soggetto autodefinitosi “VISIONARIO”.


Tali volantini sono stati lasciati anche sotto il portico del Comune e le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso l’atto, consentendo di identificare l’autore del gesto, chiaramente riconoscibile dalle immagini visionate dal personale del Comando di Polizia Locale.

 

Il nostro Sindaco, al quale esprimiamo piena solidarietà, nei prossimi giorni sporgerà denuncia per diffamazione contro l’autore del gesto.

 

In 9 anni di presenza sul territorio, la lista civica “Uboldo al Centro” ha sempre proposto con fermezza le sue idee senza mai scendere a vili attacchi personali.

 

Finora, non si è mai assistito ad una escalation di toni e modi di questo genere, sia nel tessuto di rapporti sociali quotidiani sia sugli strumenti più innovativi come i social network.

 

Chiederemo al Sindaco che eventuali risarcimenti economici vengano destinati alla Caritas Uboldese.

 

Le competizioni politiche ad Uboldo sono sempre state vivaci ma civili, come il nostro popolo. Questo imbarbarimento non ci appartiene, non è nostro, offende Uboldo e gli uboldesi, che non lo meritano.

 

LISTA CIVICA "UBOLDO AL CENTRO"

leggi di più 2 Commenti

GARANZIA GIOVANI: lavoro per i giovani!

Più di 178 milioni di euro provenienti dal Fondo Sociale Europeo stanziati in Lombardia per la GARANZIA GIOVANI, il nuovo strumento che ha come obiettivo quello di fare in modo che ai giovani tra i 15 e i 29 anni, entro i quattro mesi successivi il conseguimento del titolo di studio, ricevano un'offerta di lavoro, di tirocinio e servizio civile, di prosecuzione degli studi.

 

Entro fine maggio verranno deliberati da Regione Lombardia gli strumenti che poi, da metà giugno, entreranno in vigore a tutti gli effetti. Questo strumento segue quanto già fatto da Dote Unica Lavoro nei mesi scorsi.

 

Anche il nostro Sportello Lavoro, presente nel Comune di Uboldo dal 2009 e primo obiettivo centrato da questa Amministrazione, è ente accreditato per la GARANZIA GIOVANI, e quindi non resta anche ai nostri giovani di provare a chiedere informazioni.

Di queste cose, in particolar modo, in futuro se ne occuperanno se verremo rieletti Luca Azzarà e Agostino Fiore, 21 e 24 anni, candidati per la nostra squadra di Uboldo al Centro.

 

Perchè noi ai giovani non facciamo promesse, non diciamo che "pensiamo a loro", a noi piace metterli al centro del nostro progetto e li mettiamo in prima linea a lavorare per Uboldo!

D'altronde, dopo 7 anni dalla mia prima volta, Uboldo al Centro ha ancora il Sindaco più giovane e il candidato più giovane: questa è la vera politica che pensa al futuro!

Lorenzo

leggi di più 1 Commenti

Nasce il Distretto del Commercio!

Con la delibera di martedì sera abbiamo formalizzato ufficialmente l'adesione al Distretto del Commercio che nasce così tra i Comuni di Uboldo, Caronno Pertusella, Origgio, Gerenzano e Cislago.

Il Distretto del Commercio persegue come finalità quella di creare una rete del commercio di vicinato e questa partnership consentirà di partecipare a bandi per l'erogazione di risorse da investire poi sul territorio.

In più, Uboldo per la sua posizione centrale e per l'ottima collaborazione avviata in questi anni con ASCOM sarà capofila di questo progetto.

 

L'operazione si incastona perfettamente nel programma che abbiamo per il secondo mandato. Ci piacerebbe chiedere risorse per l'arredo urbano, l'abbattimento delle barriere architettoniche, il wi-fi in tutto il nostro centro, la possibilità di avere più parcheggi carico/scarico e inoltre risorse per organizzare momenti nei giorni festivi dove far vivere la città. Sia a dicembre che a luglio o agosto, dove ormai tante famiglie sono a casa. Sono queste le motivazioni che ci hanno spinto ad assegnare una delega di Giunta specifica proprio a una operatrice del settore candidata con la nostra squadra.

Chi meglio di lei...

 

Voglio ringraziare ASCOM per la fiducia e la collaborazione, i nostri commercianti che hanno aderito a questo progetto importante e soprattutto voglio ringraziare in particolar modo Michelangelo Bernardi, fiduciario ASCOM di Uboldo, per il rapporto di amicizia e stima che si è consolidato in questi anni.

Ci sono persone con cui ho lavorato e lavoro da sempre, con Michelangelo no, se non avessi fatto il sindaco non l'avrei conosciuto così bene. Lui è una di quelle belle persone che "mi porto via" con più gioia e più affetto da questa esperienza comunque vada a finire.

Lorenzo

leggi di più 1 Commenti

La Famiglia al centro del programma

L'altro giorno, durante la presentazione della nostra lista al Centro Sportivo, ho detto che sì, forse qualche strada in più potevamo sistemarla (nonostante in quattro anni abbiamo speso 400.000 euro di manutenzioni per le strade e 400.000 euro di verde pubblico, senza contare i 376.000 euro per le scuole...se avete fatto i conti, solo di questo superiamo il milione di euro...), ma una cosa di cui andiamo orgogliosi è che "non abbiamo lasciato indietro nessuno".

 

Nel periodo di crisi economica più devastante del dopo guerra siamo riusciti a non togliere nessun servizio, ma anzi aggiungerli: il CAF con la possibilità di fare ISEE e 730 è solo l'ultimo degli esempi tra cui cito lo Sportello Disabili, lo Sportello Lavoro, lo Sportello Eternit e molto altro. Ma soprattutto, abbiamo tolto denaro contante per erogare i contributi sotto forma di voucher o di lavoro socialmente utile.

leggi di più 0 Commenti

La nostra forza è la SQUADRA: chi saranno i nostri ASSESSORI

Ho scritto molte volte in questi anni una frase di Michael Jordan a cui credo molto: "il talento fa vincere le partite, la squadra il campionato."

Nonostante il mio non facile carattere, tutti i risultati ottenuti in questi anni di amministrazione non sono frutto nè merito mio. Io ho solo messo la faccia. Sempre. Anche nel dirvi le cose più scomode. Ma il merito di tanto lavoro e di tanti obiettivi raggiunti è della Squadra, perchè NOI SIAMO UNA SQUADRA.

 

Non siamo "gente che si è messa insieme" per fare una lista, non siamo "amici di", non siamo qui perchè ognuno deve risolversi i suoi problemi, non siamo qui per altri motivi sui quali lo stile mi impone di tacere.

Anzi, abbiamo età diverse, passioni diverse, interessi diversi.

Ma siamo Amici. Ma Amici veri. Di quelli che quando serve se le suonano per bene anche (e voi non avete idea di quante volte è capitato!), ma che poi verso l'esterno sono un monolite.

 

Cinque anni fa ci presentammo con uno slogan ben preciso: "la poltrona non è la nostra politica" (che come molte cose sono state copiate, ma la decenza impone di sorvolare...), e lo è ancora.

Cinque anni fa ci presentammo, soli contro tutti, senza simboli ma solo con mani, occhi, cuori, e voglia di fare. Così, ora.

Ci presentiamo allo stesso modo e oggi voglio raccontarvi chi sarà la Giunta e chi saranno gli assessori se saremo rieletti, per TRASPARENZA nei vostri confronti. Perchè voi non dovete votare Guzzetti o IL Cimitero.

Voi dovrete dare fiducia o no a una Squadra.

Che sono due cose diverse.

leggi di più 3 Commenti

Festa della Mamma - La prima cosa bella

Oggi è la Festa della Mamma.

Ho pensato di usare come mia personalissima rosa da regalare a tutte le mamme una canzone che è diventata colonna sonora di un film che racconta appunto la storia di una mamma e dei suoi figli.

 

Auguri quindi a tutte le mamme, perchè sono "la prima cosa bella" che tutti abbiamo nella vita.

Auguri a tutte le mamme che sono qui e sono in cielo.

Auguri alla mia mamma perchè quel sorriso, quel profumo che mi ha fatto prendere la chitarra tante volte è stata davvero la mia "prima cosa bella che ho avuto dalla vita".

 

Lorenzo

leggi di più 0 Commenti

Tour Elettorale - #giudicatecidairisultati

Partirà lunedì il tour elettorale per le strade della nostra comunità.

Tutte le sere a partire dalle 18.30/19.00 saremo nelle varie zone del paese a consegnare il nostro programma elettorale e alle 20-20.30 saremo a disposizione per le domande, i confronti, le questioni che mano a mano usciranno.

 

Sarà l'occasione per ringraziarvi di averci "sopportato" per cinque anni, sarà l'occasione per dirci anche che sì, ci siamo dimenticati di qualche marciapiede, di qualche asfaltatura, ma sarà anche l'occasione per dirvi che la nostra prima soddisfazione è che NON ABBIAMO LASCIATO INDIETRO NESSUNO, mettendo al primo posto chi in questi anni di crisi economica mondiale non ce la faceva, chi faceva fatica, chi veniva a bussare per mantenere la propria famiglia e dar da mangiare ai propri figli, o semplicemente chi voleva sfogarsi un po'.

Sarà ance l'occasione per raccontarvi quello che abbiamo fatto e quello che vorremmo fare nei prossimi cinque anni. Vorremo raccontarvi come abbiamo in mente l'Uboldo che sarà.

 

Abbiamo diviso per contrade il nostro giro: quest'anno toccheremo prima il Bell, poi il Taron, quindi il San Cosma e infine il Lazzarett.

Chiuderemo in un posto a noi caro, e senza nascondermi particolarmente a me, la nostra campagna elettorale: al "Parco del Lazzaretto - Luca Ciccioni".

 

Giudicateci dai risultati!

 

Lorenzo

leggi di più 0 Commenti

Sabato 10 maggio dalle 18.30 al Centro Sportivo presentiamo PROGRAMMA e SQUADRA

Sabato 10 maggio saremo esattamente a metà campagna elettorale e sarà il momento di presentare il nostro PROGRAMMA e la nostra SQUADRA annunciando la squadra di Giunta e le Deleghe che daremo in caso di rielezione.

 

Vi aspettiamo dunque SABATO 10 MAGGIO dalle 18.30 presso il Centro Sportivo Comunale per un momento di convivialità e quindi passare a ciò che abbiamo fatto e ciò che vogliamo fare.

 

Dopo la presentazione inizieremo il "tour elettorale" che inizierà lunedì sera e terminerà venerdì 23 maggio in un posto che ci sta molto a cuore. 

I dettagli ve li darò domani.

 

Lorenzo

leggi di più 0 Commenti

Non parole, ma OPERE/9

L'impegno dell'Amministrazione Comunale prosegue fino all'ultimo giorno di mandato e ieri è stata una grande giornata.

Nell'arco di poche ore abbiamo:

- IMMESSO IN POSSESSO la Via delle Vigne di Sotto che quindi, da ieri, è nelle disponibilità comunali. Dopo 21 anni partiranno i lavori, già finanziati, per sistemare una insostenibile situazione che coinvolge 70 famiglie.

- CHIUSO IL PRIMO LOTTO DEL CIMITERO: le tombe a terra sono ormai concluse. Forse già tra poche ore partirà il secondo lotto con i colombari. Fine lavori: agosto 2014. Siamo davvero contenti di come stanno proseguendo i lavori. Investimento: 1,2 milioni di euro. Costo per i cittadini: zero. Inoltre, c'è la grande novità sull'esclusività di cui vi do conto qui.

- E' STATO PUBBLICATO SUL SITO IL NUOVO PGT APPROVATO: da ieri è consultabile sul sito del Comune il nuovo PGT. Nelle ultime settimane molti cittadini che vogliono partire con i lavori mi hanno chiesto conto, ma il lavoro di stesura delibera e sistemazione tavole non era immediato. Tra pochi giorni verrà pubblicato sul BURL e tra 90 giorni sarà così efficace.

 

In più è stato attivato il nuovo sito www.uboldoalcentro.it dove trovate l'invito per SABATO 10 MAGGIO DALLE 18.30 AL CENTRO SPORTIVO dove faremo una presentazione del programma, dei candidati e un momento conviviale insieme.

 

Questo è "fare politica".

Non parole, ma opere!

Lorenzo

leggi di più 2 Commenti

Novità importanti per il Cimitero

Come avevamo promesso durante il Consiglio Comunale di marzo, abbiamo continuato la lunga riflessione iniziata già nel dicembre scorso riguardante il Cimitero, volendo così trovare la miglior sintesi per dare ai nostri cittadini il risultato migliore per loro.  

L'ottimo lavoro svolto è stato riconosciuto anche dal TAR che ha RIGETTATO COMPLETAMENTE l'unico ricorso promosso contro tutto il progetto Cimitero, riservandosi a ottobre la decisione sull'unico punto che anche a noi premeva sistemare.

 

Lo abbiamo detto più volte: non vogliamo dare al mio successore lo stesso "peso" che abbiamo dovuto trovare noi nel 2007 e nel 2009. Così abbiamo deciso di risolvere noi la situazione in modo che l'eventuale successore possa iniziare il suo lavoro dal primo giorno senza eredità che richiedono tempo e studio per arrivare a una decisione.

 

Contemporaneamente, abbiamo cercato di fare sintesi anche di tutte le richieste pervenute su una "zona grigia" delle norme che non è ancora del tutto chiara in tutta Italia, non solo a Uboldo.

 

Vi lascio quindi alla comunicazione che abbiamo preparato riguardo all'esclusività di alcuni lavori cimiteriali mentre si saranno notati I LAVORI DELL'ENTITA' DI 1,2 milioni di euro QUANTO PROCEDONO SPEDITI: la prima parte è ormai conclusa e tra pochi giorni partirà anche il secondo lotto, ovvero i nuovi colombari.

 

Mi permetto, infine, una piccola osservazione: chi pensa che questa decisione sia frutto di una riflessione-lampo avvenuta da giovedì 1 maggio (festa...) a sabato 3 maggio non solo è folle nel sostenerlo ma anche nel pensarlo.

Ciò che leggete di seguito è frutto di ore spese a riflettere, condividere, ascoltare, studiare, fare riunioni, cercare di trovare la migliore sintesi per i cittadini che sono l'unica cosa che ci sta davvero a cuore.

Come ho scritto l'altro giorno: se con il CSU e Uboldo Civica in questi anni abbiamo toccato il fondo (ma almeno loro si preparano sulle cose...), altri movimenti stanno dimostrando, ahinoi, che si può scavare ancora. Eccome!

 

Lorenzo

leggi di più 1 Commenti

Grazie a tutti!

AMICI, GRAZIE A TUTTI!
Amo questa foto perchè credo sia quella che esprime meglio il Lorenzo che conoscete.
Amo questa foto perchè rivedo in essa i lineamenti di mio padre.
Amo questa foto perchè da questa foto capisco i tanti messaggi di auguri ricevuti oggi, tutti che facevano gli auguri a Lorenzo. Non al Sindaco o a un'Istituzione, ma a Lorenzo.
Dai figli di Gianlu al signore anziano che stamattina sentendo in Comune che era il mio compleanno è venuto a fare gli auguri a Lorenzo.
Lorenzo è questa foto qui.
Non ho voluto e non ho mai chiesto il mio cognome dentro al simbolo elettorale proprio perchè penso che sia un problema: le persone mi conoscono come Lorenzo, mica come Guzzetti.
Se fossi candidato al Consiglio Comunale penso che avrei problemi, perchè io sono Lorenzo per tutti.
Tutti quelli che mi danno del tu non me lo danno per semplice cortesia, ma perchè dietro c'è sempre una storia, un rapporto, un abbraccio, una pacca sulla spalla, un saluto, un sorriso o delle lacrime condivisi insieme.
Amo questa foto perchè penso che i tanti messaggi ricevuti oggi li abbia ricevuti questo Lorenzo qui, quello a cui molti, moltissimi vogliono immeritatamente bene e che non potrò mai ringraziarvi abbastanza per l'affetto e la stima che sempre mi dimostrate.
Amo questa foto perchè in quegli occhi rivedo quelli che ho amato e conosciuto della stella più bella a cui mando il mio bacio più dolce lassù.
GRAZIE A TUTTI!

Lorenzo

leggi di più 4 Commenti

Caro Vito, cerca di capirmi...

Caro Vito, so che ti ho promesso di tacere per un mese e di non rispondere alle provocazioni, mi tocca però derogare brevemente da questo fioretto perchè sento urgente la necessità di tutelare persone che lavorano tutti i giorni con me e che per questo paese ci mettono impegno, passione, lavoro.

 

In un'intervista a un candidato sindaco di questi giorni ho letto, riguardante la questione Cimitero, una frase che non mi è affatto piaciuta, che mette in dubbio l'onestà, l'onorabilità e la professionalità di molte persone. Alludere all' "imparzialità" dello svolgimento della gara pubblica del Cimitero significa gettare delle ombre ingiuste e vergognose sul Responsabile dell'Ufficio Tecnico e i suoi collaboratori non sul Sindaco o sull'Assessore che le gare, per legge, non le possono seguire. Oltre che significa non essere informati nemmeno su come sono andate le cose, e questo tanto per dire della presenza di certuni sul territorio.

leggi di più 1 Commenti

Il LAVORO al centro del programma

Domani sarà la Festa di San Giuseppe Lavoratore e allora credo sia giusto raccontarvi del nostro Programma Elettorale quello che vogliamo fare per il LAVORO, il cuore del programma.

 

In parte è già insito nel PGT appena approvato: più spazio per le IMPRESE, gli ARTIGIANI e il COMMERCIO implica già più posti di lavoro, più possibilità per i nostri cittadini di trovare un lavoro nel loro paese, più investimenti portati sul nostro territorio.

 

Vorremmo davvero che si considerasse anche il grande impulso dato al Commercio: la decisione sull'area ex-Lazzaroni è un'opportunità importante per il nostro paese. Per dire quanto Uboldo al Centro voglia dare spazio e importanza a queste categorie vogliamo assegnare una delega ad hoc a una persona della squadra a "Industria, Commercio e Artigianato". Ma avrò tempo di raccontarvelo con calma e di dirvi chi sarà questa persona.

leggi di più 0 Commenti

Un progetto importante

Alcuni appunti di riflessione maturati nei giorni scorsi che condivido con voi e che vogliono semplicemente essere spunti tratti dalla realtà dei fatti.

 

Sono ancora il candidato sindaco più giovane e schieriamo Luca, il candidato più giovane.

Sia l'una che l'altra sono due notizie abbastanza significative.

Io, a 32 anni, mi gioco per la terza volta questa splendida possibilità che è diventare sindaco del paese che amo, la mia Uboldo.

Luca, a 21 anni, vive la sua prima esperienza di campagna elettorale ed è il segnale che vogliamo dare, insieme ad Agostino, 24 anni, che Uboldo al Centro è un progetto che va oltre il quinquennio e che prescinde dai personalismi.

I cinque anni che abbiamo davanti devono essere propedeutici per tanti giovani a cui vogliamo dare la possibilità di conoscere la Pubblica Amministrazione e avvicinarsi alla Politica.

Puntare sui giovani e fare qualcosa di loro non solo a parole, ma anche in questo caso con fatti concreti. Come a me è stata data questa opportunità, così io voglio darla a un altro ragazzo.

Questa è l'eredità più importante che vorrei lasciare a Uboldo nel 2019: regalare tra cinque anni una nuova classe dirigente che prosegua il lavoro fatto.

leggi di più 1 Commenti