L'esperienza di Uboldo che Vorrei

"Come faccio a parlare e coinvolgere i miei cittadini in un dialogo costruttivo per il nostro paese?"

Era questa la domanda che nel luglio del 2008, in preparazione alla lunga campagna elettorale del 2009, mi facevo insieme agli amici di Uboldo al Centro.

La risposta arrivò da un'intuizione di un mio amico che mi disse: "Lorenzo, sai scrivere. Scrivi. Apri un blog."

Con molta diffidenza e con molta timidezza decisi così nel settembre del 2008 di aprire "Uboldo che vorrei", una piazza virtuale dove poter illustrare i nostri progetti politici ma anche dove parlare di tutto e raccontarmi.

Mentre per qualcuno era il solito tentativo pre-elettorale per "farsi belli" anche dopo la vittoria del 2009 ho tenuto fede a quello che ho sempre pensato fosse un bellissimo impegno. E così ho continuato a scrivere, ho potenziato anche la presenza su Facebook e Twitter, ho cercato di dimostrare che un politico può farsi conoscere anche in questi modi per quel che è, senza aver timore del politically correct.

Penso che il complimento più bello me l'abbia fatto mio fratello in questi quattro anni: "mi piace come fai politica perchè si vede che è completamente diversa da come la fanno tutti." Era proprio questo l'obiettivo che avevo: dimostrare che una politica "a chilometro zero" la si può fare davvero, che il Lorenzo del Palio, dell'Oratorio e degli amici non è poi così tanto diverso dal Lorenzo che fa il sindaco del suo paese. A costo, a volte, di sembrare addirittura fuori le righe.

In quattro anni di attività il blog ha ricevuto quasi 500.000 visite, sono stati postati più di 800 articoli e sono arrivati quasi 1500 commenti.

Ora questa nuova sfida di I-Lorenzo: spero abbia lo stesso successo e sia ugualmente gradito dai miei affezionati lettori.

Ma Uboldo Che Vorrei non potevo lasciarlo senza riportare su questa nuova piattaforma alcuni dei pezzi che mi sembra abbiano avuto più fortuna o successo e che, comunque, rappresentano il mio pensiero politico.

Per questo motivo in questa sezione troverete un "best of" del blog che per tanti anni ci ha fatto compagnia. Aggiornerò la sezione pian piano: al termine del percorso, il blog verrà disattivato.